• Riccione. Rivoluzione nel personale al Comune

    Condividi l'articolo

    Approvata la modifica del piano triennale del personale

     

    La Giunta ha dato il via libera alla modifica del piano triennale del personale del Comune di Riccione.

    Il primo passo del processo riorganizzativo è avvenuto con l’approvazione di una delibera che cambia il quadro delle posizioni apicali del Comune.

    Si tratta di una riorganizzazione necessaria soprattutto per una ridefinizione dei settori che faccia prevalere competenze specifiche e ben definite. Procedere alla riorganizzazione dell’assetto macro e dirigenziale – spiega l’assessore al Personale, Alessandro Nicolardi – risulta oggi indispensabile al perseguimento degli obiettivi strategici. In questo riassetto rispettiamo i limiti della spesa destinata alla copertura delle figure dirigenziali, come da disposizioni normative, riuscendo peraltro ad attrarre competenze rilevanti e specifiche sui singoli settori.”

     

    Nell’ambito della riorganizzazione sono stati individuati 7 settori, in continuità rispetto alla situazione preesistente, fatte salve l’efficientamento di alcuni servizi ed il ripristino dei due settori tecnici (Urbanistica e Lavori Pubblici). Per i Lavori Pubblici e per i Servizi Finanziari l’attuale amministrazione ha optato per l’istituto del Comando/Convenzione con altri Enti, per la Polizia Locale e per i Servizi Educativi e Sociali saranno indetti concorsi ex art. 110 TUEL, per il Settore Urbanistica ci si avvarrà di un Dirigente assunto in pianta stabile. La dott.ssa  Graziella Cianini continuerà a dirigere i Servizi Amministrativi. Per il Turismo, ci si avvarrà temporaneamente dell’interim.

    “È stato un lavoro lungo e complesso – ha detto Nicolardi – Ma siamo soddisfatti. Per arrivare a un risultato importante tutti questi passi sono stati indispensabili e quindi è stato necessario procedere con calma, nel rispetto delle persone, e seguire ogni aspetto con la massima cura. Il nostro obiettivo era quello di efficientare l’organizzazione e valorizzare il contributo e le aspettative delle risorse umane per dare migliori servizi ai cittadini”.

    Lascia un commento