Rifiuti: in 2020 urbani -3,6%. Calo maggiore in grandi città

Dic 21, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 21 DIC – Il lockdown e le restrizioni dovute a
    covid-19 hanno influito sulla produzione dei rifiuti urbani. Nel
    2020 a livello nazionale ne sono stati prodotti 28,9 milioni di
    tonnellate, 1,1 milioni di tonnellate in meno rispetto al 2019
    (-3,6%). La diminuzione più consistente al Centro (-5,4%), ma il
    calo c’è stato anche al Nord (-3,4%) e al Sud (-2,6%). È quanto
    emerge dal Rapporto Rifiuti Urbani Ispra 2021. Nelle 15 grandi
    città con più di 200mila abitanti, la pandemia ha fatto crollare
    la produzione dei rifiuti urbani del 8,8% tra il 2019 e il 2020.
        Un calo dovuto all’assenza di pendolarismo e flussi turistici. A
    Venezia e Milano il calo è rispettivamente del 15,7% e del 14%,
    seguite da Firenze e Palermo con riduzioni del 12,3% e 10,8%.
        Catania e Roma vicine a -10%. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Nancy Pelosi annuncia sua ricandidatura a Midterm

    Nancy Pelosi annuncia sua ricandidatura a Midterm

     La 81enne speaker della Camera Nancy Pelosi ha annunciato su Twitter che intende ricandidarsi alla Camera nelle prossime elezioni di Midterm, per quello che sarà quindi il suo 19/mo mandato. Pelosi, prima donna in Usa ad aver servito come speaker, segnala così...

    Voteranno come schegge impazzite: scoppia il caos nel M5s

    Voteranno come schegge impazzite: scoppia il caos nel M5s

    Forti tensioni dentro il M5S per la strategia portata avanti da Giuseppe Conte, disposto ad aprire al centrodestra purché si trovi un'alternativa a Mario Draghi come nuovo presidente della Repubblica.Il nome più gettonato è quello di Maria Elisabetta Alberti...