Rimini. 12enne violentata: nato il bimbo. Responsabile ai domiciliari

Aveva abusato della figlia dodicenne di un parente alla lontana. La famiglia di origine non si era accorta dei mutamenti fisici della figlia: era stata la scuola a fare scattare l’allarme. Così l’accertamento ginecologico anche un eventuale aborto era ormai impossibile per l’ormai avanzato stato di gravidanza. A distanza di due mesi dall’arresto del giovane con l’accusa di violenza sessuale da parte dei carabinieri di Riccione, il giudice ha disposto nei suoi confronti gli arresti domiciliari. Nel frattempo, la ragazzina, lontano dai riflettori, ha partorito il bambino.