Rimini. 21enne minaccia e picchia genitori: arrestato per maltrattamenti

I Carabinieri della Compagnia di Novafeltria hanno arrestato un 21enne, domiciliato a Poggio Torriana, per maltrattamenti contro familiari.
A fine giugno il padre del giovane ha chiesto aiuto chiamando il numero di emergenza “112”, perché insieme alla moglie è stato vittima di un episodio di maltrattamenti da parte del figlio.
L’intervento dei Carabinieri della Stazione di Villa Verucchio nell’abitazione è stato immediato. Quando i militari sono entrati in casa, i due genitori erano ancora visibilmente agitati e spaventati perché il figlio, in evidente stato confusionale e con chiari segni di nervosismo poco prima li aveva minacciati pesantemente, aggredendoli fisicamente, colpendo ripetutamente sia la madre, provocandole lesioni giudicate guaribili poi con 10 giorni di prognosi, sia il padre.

Solo il tempestivo intervento da parte dei Carabinieri ha permesso che la vicenda non avesse avuto epiloghi ben diversi. Per l’episodio il ragazzo è stato deferito in stato di libertà per i reati di lesioni personali. Successivi accertamenti hanno evidenziato che quello non è stato altro che l’ultimo di una serie di episodi di violenza, vessazioni e minacce rivolte nei confronti dei genitori e per tale motivo i militari dell’Arma di Villa Verucchio hanno anche richiesto una misura coercitiva all’A.G. di Rimini con l’ipotesi di reato di “maltrattamenti contro familiari”.

Il G.I.P. del Tribunale di Rimini, concordando con tutti gli elementi raccolti dai Carabinieri, ha emesso l’ordinanza di misura cautelare personale nei confronti del ragazzo applicando nei suoi confronti la misura della custodia cautelare in carcere. Questa mattina, il giovane è stato rintracciato a Poggio Torriana dai militari della locale Arma e in esecuzione dell’ordinanza di applicazione della misura cautelare è stato tratto in arresto e, dopo le formalità di rito, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Rimini a disposizione dell’Autorità Giudiziaria dove sconterà la misura cautelare in attesa del processo.