Rimini. 29enne arrestato, si era introdotto in un hotel chiuso

Dic 29, 2020

  • Condividi l'articolo

    Si introduce in un hotel chiuso: arrestato dalla Polizia di Stato per tentato furto aggravato

     

    Alle ore 23:15 circa di ieri, transitando in questa Via Biella, una volante ha udito il suono di un allarme provenire da un hotel chiuso per la stagione invernale.

    I poliziotti, notando che la seconda porta di ingresso aveva il fermaporta sganciato e forzato, accedevano all’interno della struttura riscontrando immediatamente che i vani della reception (hall e ufficio della direzione) risultavano manomessi ed a soqquadro.

    Intuito che qualcuno si era introdotto all’interno della struttura e che era in atto un furto, prontamente i poliziotti iniziavano un controllo approfondito dell’area al piano terra ed in particolare dei vani adiacenti alla hall. All’interno del box doccia presente nel bagno di servizio della cucina, uno degli operatori rilevava la presenza di un uomo, un 29enne marocchino residente a Bologna, regolare sul territorio italiano.

    Il 29enne, disturbato dal pronto intervento degli operatori, non riusciva ad asportare alcunché, ma danneggiava diversi arredi.

    Tutte le bottiglie di super alcoolici, posizionate nello scaffale retrostante al bar, erano state spostate sopra ad un bancone della hall, pronte per essere portate via.

    Da più approfonditi accertamenti è emerso che il 29enne annovera numerosi precedenti di Polizia, di cui alcuni molto recenti per: furto aggravato (commesso in data 03.12.2020 e 21.06.2020), rapina e ricettazione (14.09.2020).

    Per quanto posto in essere il 29enne è stato arrestato per tentato furto aggravato e questa mattina sarà sottoposto a processo con rito direttissimo.