Rimini. A Rimini il documentario “One day one day” sullo sfruttamento dei migranti e l’incontro con il regista Olmo Parenti

Condividi l'articolo

Farà tappa a Rimini, giovedì 17 novembre, la presentazione del docufilm “One Day, One Day” del regista Olmo Parenti. Sarà dunque il contrasto allo sfruttamento lavorativo, e le possibili sinergie per l’integrazione dei migranti,  il centro di una giornata interamente dedicata alla sensibilizzazione, alla formazione e alla informazione.

La giornata inizierà con i laboratori tematici che si terranno dalle ore 14.30 alle 17.30 nella sala dell'”Oratorio degli Artisti” in via dei Cavalieri n.12; un pomeriggio di formazione partecipata (operatori dei progetti SAI Sistema Accoglienza e Integrazione del Ministero dell’Interno, CAS, progetti OLS, Sindacati, Direzione territoriale del Lavoro, funzionari pubblici e personale delle associazioni)  finalizzato a sperimentare la presa in carico congiunta, fare emergere i bisogni, criticità, esigenze formative nell’ambito del grave sfruttamento lavorativo.

 

Seguirà alle ore 20.30 presso il Cinema Tiberio di Rimini la proiezione gratuita del docufilm “One Day One Day”; la proiezione sarà anticipata da un saluto del regista.

Il film, diretto dal regista Olmo Parenti e coprodotto dal collettivo A Thing By dalla community Will Media e tratta della vita dei migranti clandestini a cui è negato asilo politico e che vivono nel nostro Paese sfruttati per lavorare nei campi.

La giornata è organizzata  dal progetto Oltre la Strada Rimini, insieme ai partner del Progetto DIAGRAMMI (Oim, Terra, Adir, Flai-CGIL), del progetto SIPLA (Cidas) e l’Associazione Rumori Sinistri.

Lascia un commento