• RIMINI. ACCOLTELLAMENTO PER AMORE CHIESTI 23 ANNI

    Condividi l'articolo

    E’ stato contestato il tentato omicidio al 32enne albanese arrestato, lo scorso 2 maggio, dopo aver accoltellato e tentato di investire il presunto rivale in amore. Il giovane albanese, alla guida dell’automobile della propria ex fidanzata, aveva cercato di investire un connazionale e il fratello, in bicicletta, poi aveva affrontato il presunto rivale in amore colpendolo con una coltellata al torace. Secondo la consulenza del medico legale nominato dalla Procura, il colpo inferto dal 32enne poteva uccidere la vittima. Da qui la riqualificazione del reato in tentato omicidio. L’accusa inziale era duplice lesione gravissime, il gip del Tribunale di Rimini, però, ha disposto l’applicazione della misura cautelare della custodia in carcere nei confronti del 32enne, misura eseguita martedì mattina dalla Squadra Volanti della Questura.

    AB

    Lascia un commento