Rimini. Al Mamì Bistrot di Rivabella la rivisitazione (in chiave parigina) della più inglese delle tradizioni

Nov 18, 2021

  • Condividi l'articolo

    Al Mamì Bistrot di Rivabella la rivisitazione (in chiave parigina) della più inglese delle tradizioni

    Alzate di pasticcini mignon, macaron francesi, biscotti caldi da forno, la classica “tarte tatin” (la torta di mele renette capovolta) con un bouquet di leccornie colorate create dal genio sublime di Severine Isabey, ormai per tutti la Madame de Rambouillet di Rivabella.

    In questo profluvio di muffin, pancake, crepes, marmellate, nutella, frutti di bosco, confetti, panna montata, gelato alla vaniglia e zucchero filato si celebra – anche il prossimo fine settimana (dalle 16.30 alle 19) – “il Tè di Marie Antoinette”, la rivisitazione (in chiave parigina) della più inglese delle tradizioni.

    L’appuntamento è un rito inventato al Mamì Bistrot, il locale riminese dove il tè delle cinque è diventato uno spettacolo per gli occhi e per il palato.

    Grazie alle pregiate miscele Damman (il marchio premium per gli infusi puri o aromatizzati), proposte su una tavola imbandita e secondo le regole del più elegante bon-ton francese, la merenda al Mamì diventa un’esperienza sensoriale irripetibile.

    Siamo nel cuore della Romagna più godereccia ma – chiudendo gli occhi per un istante – sembra di essere nella Parigi della Belle Epoque dove, a tavola, si respira arte, buon gusto e la cultura raffinata del bello.