Rimini. Atti sessuali nei confronti delle allieve: prof alla sbarra

Chat di Whatsapp che riuniva tutte le compagne di classe di un istituto di Cervia, che descrivevano alcuni dettagli “particolari”, finì nelle mani degli investigatori della squadra Mobile, che l’8 giugno del 2019 notificarono a un professore un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari. Alla sbarra un 65enne di origine riminese ma residente a Ravenna, accusato di violenza sessuale per presunti palpeggiamenti e atti sessuali nei confronti delle allieve, all’epoca tutte minorenni, alcune delle quali di Bellaria Igea Marina. Le studentesse hanno riferito gli episodi sotto accusa e l’idea di creare la chat fra ragazze.