Rimini. Avvocatessa selvaggiamente aggredita e rapinata: la solidarietà di Erbetta

“TROPPE BRUTTE FACCE, HO AVUTO PAURA DI MORIRE”
Pesano come macigni queste poche parole di Tatiana Mazzotti, aggredita in pieno centro a Rimini alle 20:00 mentre era di rientro a casa dopo una giornata di lavoro nel suo ufficio, aggressione che rischia di lasciarle segni permanenti sul suo volto, a causa di una brutta ferita per la cui medicazione è stato necessario applicare 60 punti di sutura, ma sopratutto le ha causato una ferita nel profondo del suo animo che mai si potrà rimarginare e momenti che mai potrà cancellare dai suoi ricordi.
Purtroppo questo è solo l’ultimo dei tanti casi di aggressioni avvenute a Rimini negli ultimi mesi ma potremmo estendere il discorso agli ultimi anni e questo purtroppo certifica quanto il nostro paese non sia sicuro ma soprattutto quanto la nostra città non sia sicura!
Garantire la sicurezza pubblica di un paese, garantire la sicurezza pubblica di una città, è un aspetto di fondamentale per una comunità! Una comunità evolvere e prosperare se è sicura, se viene garantita al suo interno l’incolumità dei cittadini, la tutela della proprietà, il controllo e l’osservanza delle leggi e dei regolamenti, diversamente sarà una società governata da paure e anarchia che si rinchiuderà e involverà su se stessa.
Se vogliamo far rinascere la nostra città non possiamo prescindere da un serio quanto efficace controllo e presidio del territorio e questo è proprio uno dei cardini del nostro programma per #Rimini2021 !!!