Rimini. Beccato dalla Polizia camionista munito di ‘trucchi’ per eludere le normative su velocità e inquinamento

CONTINUANO SERRATI I CONTROLLI DA PARTE DELLA POLIZIA STRADALE, SPECIALITA’ DELLA POLIZIA DI STATO, RIVOLTA AI MEZZI PESANTI ADIBITI AL TRASPORTO DI MERCI, DEGLI AUTOBUS E DEI VEICOLI DESTINATI AL TRASPORTO DI MERCI PERICOLOSE, SIA DI IMMATRICOLAZIONE NAZIONALE SIA STRANIERA.

IN PARTICOLARE, LE VERIFICHE SONO FOCALIZZATE SULLO STATO PSICOFISICO DEI CONDUCENTI, SUL RISPETTO DEI LIMITI DI VELOCITÀ, SUL RISPETTO DELLA NORMATIVA ADR SUL TRASPORTO DELLE MERCI PERICOLOSE E TUTTE LE ALTRE PRESCRIZIONI SULL’AUTOTRASPORTO PREVISTE DALLA NORMATIVA NAZIONALE E COMUNITARIA

PROPRIO IN TALE AMBITO NELLA MATTINATA DI IERI MARTEDI’ 16 FEBBRAIO UNA PATTUGLIA DELLA SOTTOSEZIONE POLIZIA STRADALE DI RICCIONE DURANTE UN NORMALE SERVIZIO DI VIGILANZA STRADALE, ALL’USCITA DEL CASELLO AUTOSTRADALE DI RIMINI NORD,  HA PROCEDUTO AL CONTROLLO DI UN AUTOARTICOLATO DI PROPRIETA’ DI UNA DITTA CON SEDE A CHIETI CONDOTTO CITTADINO EXTRA UE CHE PER EVITARE DI SUPERARE IL LIMITE MASSIMO DI ORE DI GUIDA CONSENTITO CIRCOLAVA SENZA AVER INSERITO NEL CRONOTACHIGRAFO DIGITALE LA PERSONALE CARTA TACHIGRAFA.

 

APROFONDITI ACCERTAMENTI EFFETTUATI MEDIANTE I DISPOSITIVI DI ANALISI IN DOTAZIONE ALLE PATTUGLIE CHE CONSENTONO LA LATTURA DEI DATI REGISTRATI NELLA MEMORIA DI MASSA HANNO EVIDENZIATO CHE IL CONDUCENTE NON ERA NUOVO ALL’ESPEDIENTE, INFATTI IN BEN QUATTRO GIORNATE DIVERSE AVEVA SUPERATO IL LIMITE DI GUIDA CONSENTITO ADIRITTURA IN UNA GIORNATA GUIDANDO PER COMPLESSIVE 21 ORE NELL’ARCO DELLE 24, NONCHE’ IL SUPERAMENTO DEL LIMITE DI VELOCITA’ IMPOSTO ALLA CATEGORIA.

 

GIÀ TUTTO QUESTO, FATTO MOLTO GRAVE PER LA SALVAGUARDIA DELLA SICUREZZA DEL CONDUCENTE E DEGLI ALTRI UTENTI DELLA STRADA, SE NON CHE INOLTRE, SI TROVAVA E SI SEQUESTRAVA UN APPARECCHIO ELETTRONICO CHE OPPORTUNAMENTE MESSO IN CONTATTO CON LA CENTRALINA ELETTRONICA DEL VEICOLO, SIMULAVA L’IMPIEGO DELL’ADDITIVO “AD BLUE”, PREVISTO DALLA LEGGE E NECESSARIO A LIMITARE L’INQUINAMENTO ATMOSFERICO PROVOCATO DALLA COMBUSTIONE DEI CARBURANTI, APPUNTO CON GRAVE DANNO DELL’AMBIENTE. IL CONDUCENTE HA COLLEZIONATO SANZIONI AMMINISTRATIVE PER UN TOTALE DI 2328,00 EURO SI E’ VISTO RITIRARE ANCHE LA CARTA DI CIRCOLAZIONE DEL VEICOLO PER LA SANZIONE ACCESSORIA DEL FERMO AMMINISTRATIVO E LA PATENTE DI GUIDA PER LA SOSPENSIONE DA 15 GIORNI A TRE MESI CON LA DECURTAZIONE DI 34 PUNTI.

ALTRETTANTE SANZIONI AMMINISTRATIVE SONO STATE ELEVATE NEI CONFRONTI DELLA DITTA PROPRIETARIA DEL MEZZO PESANTE.

L’ATTIVITÀ DI PREVENZIONE CONTINUERÀ, IN MODO INCESSANTE, AL FINE DI GARANTIRE ED ELEVARE, QUANTO PIÙ POSSIBILE, GLI STANDARD DI SICUREZZA STRADALE, ARMONIZZANDO L’ATTIVITÀ DI PREVENZIONE, INFORMAZIONE E CONTROLLO.