Rimini. Bilancio della Notte di Capodanno e dell’attività della Polizia di Stato per il 2020

Gen 1, 2021

  • Condividi l'articolo

    Bilancio della Notte di Capodanno e dell’attività della Polizia di Stato per il 2020

    E’ stato un fine anno diverso da tutti gli altri per la provincia di Rimini, da sempre nota per i numerosi eventi che richiamavano turisti per festeggiare l’ormai famoso ‘’Capodanno più lungo del mondo’’.
    Dalle ore 22:00 le città della Riviera Romagnola si sono fermate e le piazze e vie normalmente affollate si sono spopolate.
    Il piano operativo, che ha coinvolto operatori della Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale ha garantito lo svolgimento dei festeggiamenti in sicurezza e nel rispetto delle misure anticovid.
    Particolare attenzione è stata dedicata al controllo delle piazze e vie dei centri cittadini ove abitualmente si tenevano i festeggiamenti, mentre lungo le principali arterie stradali sono stati effettuati posti di controlli al fine di verificare spostamenti non consentiti.
    Solo un episodio accaduto in prossimità dell’Arco di Augusto ha caratterizzato la nottata: alcune persone sono scese in strada dopo la mezzanotte per brindare al nuovo anno incuranti dei divieti previsti dalla normativa deputata al contenimento del Covi-19 e quindi sanzionate.
    Per la prima volta, dopo molti anni, con un capodanno caratterizzato da festeggiamenti in casa, si sono registrati solo 2 casi, relativi a due minori, di ingresso ai Pronto Soccorso della Provincia per abuso di sostanze alcoliche mentre nessun episodio inerente incidenti derivanti da artifici pirotecnici è stato rilevato.
    Importanti sono stati i risultati conseguiti dalla Polizia di Stato in un anno caratterizzato da un forte calo dei reati e dall’impegno quotidiano del personale della Polizia di Stato nei servizi anticovid con il costante controllo di esercizi pubblici e altri luoghi di affollamento.
    Nel corso dell’anno, grazie a nuovi sistemi informatici in uso agli operatori di Polizia impegnati nei servizi di controllo del territorio, è aumentato il numero delle persone e dei veicoli controllati, salendo, rispettivamente, a quasi 80.000 e 30.000.
    Inoltre sono stati effettuati 240 arresti e denunciate in stato di libertà 1420 persone da parte della Polizia di Stato.
    In una provincia da sempre contraddistinta da un alto numero di reati in materia di sostanze stupefacenti, sono stati sequestrati ingenti quantitativi di droga, in particolare si segnala l’operazione conclusa recentemente dalla Squadra Mobile con il sequestro di Kg. 160 di hashish e 115 di marijuana, il più consistente quantitativo di sostanza stupefacente sequestrato in provincia.
    In un anno caratterizzato da vari lockdown non sono cessate le segnalazioni per maltrattamenti in famiglia e violenze di genere che ha determinato l’adozione, da parte del Questore, quale Autorità di Pubblica sicurezza, di 10 provvedimenti di ammonimento.
    Anche l’adozione delle misure di prevenzione ha avuto un suo significativo riscontro, sono stati, infatti, emessi 5 misure di sorveglianza speciale, di cui 2 patrimoniali, 70 provvedimenti di foglio di via obbligatorio, 44 avvisi orali, 37 D.A.Spo., di cui 19 aggravati con l’obbligo della firma.

  • Riccione. Cortocircuito causa vasto incendio in palazzina

    Riccione. Cortocircuito causa vasto incendio in palazzina

    Incendio poco prima delle 21 in una palazzina di via Ciceruacchio,  traversa di via Dei Mille a Riccione a causa verosimilmente di un cortocircuito elettrico partito dalla lavatrice. Non si segnalano feriti o intossicati e danni strutturali gravi. Sul posto oltre ai...