RIMINI. CECCARELLI (LEGA): “UN PROGETTO NECESSARIO MA NON SI DEROGHI ALLE ESIGENZE DEI CITTADINI”

Apr 26, 2022

  • Condividi l'articolo

    Rimini, 25 aprile 2022. Alla presenza delle principali associazioni di categoria, il 21 aprile il consiglio comunale, su richiesta del sottoscritto e dei consiglieri della lega, sostenuto anche da tutti i consiglieri di minoranza, ha trattato il tema della nuova statale 16. E’ questo un progetto di grande rilevanza per il nostro territorio che richiede un’attenta pianificazione per valorizzare la nuova mobilità cittadina tutelando al contempo le necessità del comparto dell’agricoltura che rischia di vedere il nuovo tracciato passare su aree di pregio e ad alta intensità di coltivazione. Ecco perché una seria concertazione dev’essere alla base della progettualità comunale, sfruttando le potenzialità del nuovo tratto ed al contempo non penalizzando gli agricoltori, le loro case ed i loro capannoni agricoli.
    “Il comune deve intervenire per permettere le eventuali ricostruzioni in loco, non limitandosi ai soli indennizzi, come consentito dalla normativa regionale ma non dal regolamento edilizio comunale” afferma Ceccarelli “lo stesso concetto rimarcato anche dai presidenti delle associazioni di categoria, pur sottolineando l’importanza dell’opera. Il progetto non è cosa nuova: inizia il suo iter ormai diversi anni fa, per poi passare nel dimenticatoio nonostante l’approvazione della V.I.A. Un anno fa Anas ha comunicato alle amministrazioni locali la volontà di proseguire l’opera, senza però che queste ne dessero la dovuta pubblicità né alla cittadinanza né agli operatori agricoli, che più di tutti sarebbero stati interessati dai lavori. Era la primavera 2021, le elezioni erano vicine: “non diamo giudizi, ma i fatti sono questi”. Ora però il sindaco ci comunica che i tempi sono stretti e che la valutazione di progetti migliorativi rischierebbe di far veder scadere le autorizzazioni esistenti e di perdere i finanziamenti stanziati. La giunta ha inoltre tentato di coprire le proprie responsabilità, sbandierando posizioni incerte e poco chiare che a parole tentano di rassicurare gli agricoltori ma che nei fatti ne mettono a rischio la stabilità lavorativa. Prosegue Ceccarelli: “A peggiorare il quadro si inseriscono le dichiarazioni del capogruppo Pd il quale, evidentemente poco attento riguardo alle dinamiche dei comuni limitrofi, ha criticato il mio impegno durante il mandato da sindaco di Bellaria Igea Marina, dimenticando che il mio voto a favore all’epoca fu strettamente subordinato a miglioramenti strutturali della stessa opera che ne garantissero un basso impatto sul territorio. Per altro, lo stesso capogruppo dovrebbe in primis guardarsi in casa, dove, nella seduta già citata, diversi consiglieri di maggioranza non si sono presentati, forse perché proprio in disaccordo con il loro ordine del giorno”. La minoranza ha sempre tenuto un carattere propositivo, mai chiudendo porte ma facendo sempre proposte costruttive a nutrimento della collettività: progetti di questo calibro necessitano il giusto tempo e confronto soprattutto con i cittadini ed i lavoratori interessati, per non ripetere gli errori del passato, come il parco del mare, dove l’assenza di parcheggi ha peggiorato le condizioni lavorative degli operatori del luogo e la viabilità che interessa l’area del ponte Tiberio, i cui disagi sono ben documentati dalla cronaca quotidiana. La nuova statale 16 può rivelarsi un asset strategico per il nostro territorio, ma questo richiede volontà politica e di cooperazione verso proposte migliorative che tutelino la collettività e lo sviluppo locale.

    Lega Romagna

  • M5S, ecco tutte i fronti di Conte 

    M5S, ecco tutte i fronti di Conte 

    E anche Davide Giarrusso se n’è andato. L’emorragia dei Cinquestelle continua e Giuseppe Conte si trova sempre più in difficoltà.Sulla guerra, invece, Conte sta tenendo una linea pacifista che, al momento, non sta pagando né in termini di sondaggi né in Parlamento...

    Balneari: non c’è intesa, corsa contro il tempo per il voto

    Balneari: non c’è intesa, corsa contro il tempo per il voto

    Non c'è ancora accordo nella maggioranza sulle concessioni balneari. Il nodo è la definizione del "valore residuo" su cui si calcolano gli indennizzi. Il confronto continuerà nelle prossime ore, in una corsa contro il tempo per approvare l'emendamento domani in...