Rimini. Città diffusa, il programma degli interventi della prima metà del 2021: al via cantieri in scuole, impianti sportivi, piazze del forese. A gennaio i primi lavori per la riqualificazione dei viali delle Regine

Gen 5, 2021

  • Condividi l'articolo
    Scuole, impianti sportivi, piazzette e riqualificazione urbana delle aree più interne fino all’asse più commerciale e turistico della zona mare.

    Nei primi sei mesi del 2021 sono molteplici i cantieri distribuiti sul territorio che prenderanno il via nell’ambito del piano di interventi racchiuso sotto il programma “Città diffusa”, un progetto che prevede oltre una cinquantina di interventi per oltre 10 milioni di investimenti destinati alla sicurezza delle strade, alle scuole, agli impianti sportivi e alla riqualificazione urbana.

    Un capitolo sempre corposo è quello che interessa l’edilizia scolastica: oltre al piano di manutenzione che interesserà asili nido, scuole per l’infanzia e scuole primarie e secondarie del territorio comunale, il programma di interventi prevede tra l’inizio dei lavori per la realizzazione della nuova scuola Ferrari (investimento da 4,9 milioni co-finanziato dal Miur): la demolizione del vecchio edificio è già partita prima di Natale ed entro il prossimo anno scolastico sarà completata una struttura innovativa, a ridottissimo impatto ambientale e soprattutto adatta a rispondere alle esigenze della comunità in termini di spazi e possibilità di utilizzo. Importante anche la riqualificazione dell’istituto comprensivo di Miramare, progetto da circa 900mia euro per un consolidamento generale della struttura, il rifacimento in legno del tetto e la sistemazione degli spazi a verde e l’intervento sulla scuola Boschetti Alberti in linea con le più recenti normative di miglioramento sismico.

    E’ in fase di aggiudicazione inoltre la realizzazione della palestra della scuola Montessori, intervento dal valore di 715mila euro che dovrebbe partire ad aprile. Si tratta di uno degli impianti sportivi sul quale l’amministrazione investirà nel 2021, che oltre alla manutenzione straordinaria su una serie di impianti (300mila euro) vedrà in particolare la riqualificazione dello stadio del baseball, che interesserà sia i locali dell’impianto sia il restyling della facciata, e che partirà a marzo.

    Nel programma “Città diffusa” rientrano i lavori di valorizzazione delle piazze e degli spazi urbani di quartiere, come gli interventi previsto a San Vito, San Salvatore e Gaiofana, al via a gennaio. A San Vito è prevista la realizzazione di un’arena naturale che vada ad esaltare e rendere più fruibile l’area archeologica dell’antico ponte romano, mentre a San Salvatore si lavorerà per valorizzare l’impatto visuale della Pieve, riorganizzando lo spazio davanti alla chiesa. Infine a Gaiofana sarà creato un collegamento pedonale protetto fra l’abitato della Gaiofana ed il cimitero in via San Lorenzo in Correggiano, con l’installazione di una pannellatura per schermare il parcheggio.

    Dall’interno al mare, con la riqualificazione dei viali delle Regine, l’asse viario parallelo al lungomare al centro di un importante programma di lavori che consentirà al cuore turistico e commerciale della zona della Marina di recuperare una forte immagine identitaria, potenziando al contempo la fruibilità in sicurezza dei viali. A gennaio partiranno i lavori propedeutici alla realizzazione dell’intervento, che entrerà nel vivo a febbraio, e che consentirà di creare più spazio per i dehors e per le persone, nuove pavimentazioni sostenibili in porfido e pietra, arredi, colori e materiali in armonia con le linee del Parco del Mare.

    A inizio estate partiranno invece i lavori sui cimiteri urbano e del forese, tra cui quello di San Martino Montellabate.

    Sullo sfondo, proseguono i grandi interventi strategici della città, a partire dal Piano di salvaguardia della balneazione: stanno procedendo i lavori per la Dorsale sud e per la separazione delle reti nel bacino del Roncasso a Miramare, mentre a nord sono in fase di completamento i lavori sui due bacini della costa nord non ancora separati, il Brancona e il Viserbella. Interventi che proseguono in parallelo ai lavori di regolarizzazione degli allacci dei privati in zona a monte del bacino del Matrice già da tempo completamente separato. Infine il Museo Fellini, che nel 2021 vivrà la sua inaugurazione.

    “Iniziamo il 2021 accelerando sugli interventi diffusi sul territorio – commenta l’assessore ai lavori pubblici Jamil Sadegholvaad – focalizzandoci sugli spazi di condivisione per la comunità, come le scuole, gli impianti sportivi, e non da ultimo le piazze di quartiere. Si tratta di interventi solo apparentemente di entità contenuta, ma che in realtà sono decisivi per la vivibilità urbana e del benessere dei cittadini”.

  • Riccione. Cortocircuito causa vasto incendio in palazzina

    Riccione. Cortocircuito causa vasto incendio in palazzina

    Incendio poco prima delle 21 in una palazzina di via Ciceruacchio,  traversa di via Dei Mille a Riccione a causa verosimilmente di un cortocircuito elettrico partito dalla lavatrice. Non si segnalano feriti o intossicati e danni strutturali gravi. Sul posto oltre ai...