Rimini. Clonano carta a riminese e acquistano vibratore e oggetti erotici

Incredibile vicenda che vede protatagonista un riminese al quale con la carta di credito “clonata” sono state addebitate spese per l’acquisto di oggetti erotici, tra cui un vibratore, e biancheria sexy per 380 euro, che non aveva mai effettuato. La denuncia in questura, a distanza di tempo, ha portato all’individuazione del presunto beneficiario dell’acquisto il quale una volta concluse le indagini verrà denunciato.