Rimini. Commercianti riminesi preoccupati dal nuovo outlet sammarinese

Giu 25, 2021

  • Condividi l'articolo

    Il nuovo outlet inaugurato a San Marino è fonte di preoccupazione per i commercianti riminesi, come spiega Gianmaria Zanzini, rappresentante riminese della Federmoda, che parla di “ripercussioni dolorose per il commercio di prossimità”. Zanzini, pur evidenziando il rispetto per l’indiscutibilità delle scelte di San Marino, dall’alto della sua sovranità, sottolinea l’impietoso confronto tra la fiscalità italiana e quella sammarinese. In Provincia di Rimini in otto anni hanno chiuso 546 attività del commercio al dettaglio. Il tasso di chiusure del settore commercio nell’ultimo anno è quasi triplicato rispetto a 2019, passando dal 6,6% al 17,3%. Numeri che potrebbero peggiorare. E se il nuovo outlet a pieno regime impiegherà 800 dipendenti, nei negozi di prossimità c’è il rischio di perderne oltre 1000, sottolinea Zanzini. “Se in qualche modo possiamo vedere in questa nuova opera un possibile impatto turistico dato dal richiamo di qualche brand di lusso inserito tra i tanti altri presenti, dall’altra parte siamo certi di un contraccolpo inevitabile per le nostre attività e dunque sulle nostre città. La sopravvivenza del commercio di prossimità significa vitalità per i centri storici e i borghi, significa decoro, sicurezza, luci sulle strade, vita quotidiana. Se venisse meno, sarebbe un grande problema per tutta la comunità”, attacca.

    Federmoda ribadisce la sua battaglia a tutela dei negozi di vicinato, ricordando il dialogo con l’amministrazione regionale per la creazione di un regolamento su outlet e temporary store “che al momento sul nostro territorio non hanno regole certe”. Al comune di Rimini e alle amministrazioni locali si chiede un aiuto sui parcheggi, con gratuità e scontistiche a favore di chi lavora e di chi compra in città, visto che negli outlet e nei centri commerciali, i parcheggi sono enormi e gratuiti, senza dimenticare “il servizio di navetta con mezzi brandizzati che arrivano fin davanti agli alberghi a caricare turisti per portarli all’outlet sammarinese”.

    Non manca l’appello alla cittadinanza e ai turisti, invitati a non dimenticare “i centri storici, i borghi e i quartieri che ogni mattina si risvegliano e si rianimano proprio grazie ai negozi di vicinato”. Zanzini chiede ai clienti “di valorizzare il nostro lavoro di professionisti, di piccoli imprenditori, di persone che ogni giorno alzano la propria serranda per dare un servizio commerciale insieme ad un sorriso e alla propria professionalità, tenendo viva la città mantenendo sul territorio risorse e opportunità”.

  • Ferrari: motore Leclerc inutilizzabile dopo incidente Ungheria

    Ferrari: motore Leclerc inutilizzabile dopo incidente Ungheria

    (ANSA) - ROMA, 03 AGO - Il motore della Ferrari di Charles Leclerc non sarà più utilizzabile dopo l'incidente in cui è rimasto coinvolto senza colpa il pilota monegasco alla partenza del Gp di Ungheria, domenica scorsa. Lo rende noto la scuderia di Maranello,...

    Lazio; Acerbi ‘vogliamo tornare in Champions’

    Lazio; Acerbi ‘vogliamo tornare in Champions’

    (ANSA) - ROMA, 03 AGO - "Vogliamo tornare in Champions, ma nemmeno porci limiti. La cosa importante è lavorare, come abbiamo fatto all'Europeo. La voglia di arrivare vince su tutto.    È la base per fare qualcosa in più", lo ha detto Francesco Acerbi ai...