RIMINI. Contributi per lo smaltimento di manufatti contenenti amianto: il bando previsto dal Comune

Dal 2010 ad oggi, finanziati 734 interventi, per oltre 451 mila euro di contributi erogati e 942.177 kg di amianto smaltito.
Con un’apertura prevista a partire dal prossimo lunedì 12 aprile, il Comune di Rimini ripropone – anche per il 2021 – il bando per ottenere contributi finalizzati allo smaltimento di manufatti contenenti amianto. Un aiuto a fondo perduto per un totale di 20 mila euro, concesso ai privati cittadini che rimuovono e smaltiscono manufatti contenenti amianto quali: lastre, pannelli, utilizzati per la copertura di edifici e come pareti divisorie non portanti, o ancora tubi per acquedotti o fognature, tegole, canne fumarie, serbatoi per contenere acqua ecc.
Il contributo, che non è cumulabile con altre agevolazioni, coprirà il 50% della spesa effettivamente sostenuta e documentata, sino ad un massimo di 1.200 euro (IVA inclusa). Il sostegno allo smaltimento, che sarà erogato in ordine di precedenza di prenotazione fino all’esaurimento delle risorse, è disponibile ai proprietari di manufatti contenenti amianto nel territorio del Comune di Rimini; che siano in regola con gli strumenti urbanistici vigenti; e che abbiano i manufatti abbandonati sul suolo di proprietà, già denunciati ad una Pubblica Autorità. Il bando ammette tutti gli interventi di rimozione effettuati dal primo gennaio 2020 e anche nel 2021 e prevede l’intervento di una ditta specializzata per effettuare gli interventi di bonifica.
“Si tratta di un contributo molto importante – precisa l’Assessore all’Ambiente Anna Montini – per il quale, dal 2010 ad oggi,  sono stati finanziati 734 interventi, per oltre 451 mila euro di contributi erogati e 942.177 kg di amianto smaltito. La rimozione e lo smaltimento dell’amianto sono importanti per la salute dell’uomo, che negli anni ha pagato il prezzo della diffusione di questo materiale. Per questo è necessario intervenire, sapendo come procedere correttamente, perché ancora presente in alcune abitazioni e edifici privati.”

L’elenco delle ditte abilitate, tutte le informazioni e la modulistica necessaria è disponibile sul sito del Comune di Rimini nella Sezione “Ambiente, Sviluppo Sostenibile e Blue Economy” al seguente link https://bit.ly/3mr0OOq.