Rimini. Croatti: “Massima attenzione per evitare fenomeni speculativi per tutelare gli operatori del settore”

Mag 20, 2021

  • Condividi l'articolo

    SUPERBONUS 110%, AUMENTO DEI PREZZI.
    Risposta del Ministro dello sviluppo economico
    all’interrogazione del senatore Croatti

    Croatti: Massima attenzione per evitare fenomeni speculativi per tutelare gli operatori del settore.
    RIMINI, 20 maggio – Con un’interrogazione presentata al Ministro dello sviluppo economico, il
    Senatore del Movimento 5 Stelle, Marco Croatti aveva sollevato preoccupazioni circa l’aumento
    indiscriminato dei prezzi dei materiali, delle materie prime e delle apparecchiature legate all’edilizia
    chiedendo al Ministro interessato di monitorare l’andamento dei prezzi al fine di evitare fenomeni
    speculativi e tutelare gli operatori del settore.
    “Oggi è arrivata la risposta, fa sapere il Sen. Croatti. Quello sollevato è un problema che rientra tra le
    politiche del mercato comune europeo ed internazionale, afferma Croatti. Le imprese italiane spesso
    dipendono dall’importazione di materia prime critiche, ossia quelle più rilevanti dal punto di vista
    economico, e negli ultimi tempi, anche a causa dei pesanti disagi nella logistica e nei trasporti legati
    alla crisi pandemica, è emersa la vulnerabilità del nostro sistema che ha provocato carenza negli
    approvvigionamenti di numerosi beni sul mercato. Il Governo, fa sapere il Ministro, ritiene strategico
    delineare un quadro europeo di misure per invertire la tendenza al rialzo dei prezzi e rendere le catene
    del valore più sicure e resilienti all’imprevedibilità del commercio mondiale.”
    Al riguardo, il 3 settembre scorso la Commissione Europea ha presentato il “Piano d’azione sulle
    Materie Prime Critiche” per migliorare le dinamiche del commercio internazionale e contrastare
    misure di distorsione degli scambi e sempre lo scorso settembre ha lanciato l’Alleanza per le materie
    prime allo scopo di stimolare gli Stati membri ad elaborare strategie per incoraggiare l’economia
    circolare, rafforzare gli investimenti in ricerca e sviluppo finalizzati a garantire una fornitura
    geograficamente diversificata e sostenibile.
    “Dall’introduzione del “Superbonus 110%”, i prezzi dei materiali, delle materie prime e delle
    apparecchiature legate all’edilizia hanno subito rincari inaccettabili e indiscriminati che possono
    vanificare gli effetti positivi sul piano economico-occupazionale del provvedimento.
    A seguito dell’interrogazione con la quale ho sollevato il problema, Il Ministero, conclude Croatti, si
    impegna a riporre la massima attenzione attraverso la realizzazione di politiche europee comuni per
    garantire l’approvvigionamento delle materie prime e sostenere lo sviluppo delle imprese italiane,
    attraverso un attento monitoraggio del territorio”.