Rimini. Da oggi, venerdì 23 aprile 2021, è disponibile su tutte le piattaforme streaming Estate Infinita, il terzo album di Riccardo Amadei

Apr 23, 2021

  • Condividi l'articolo

    Da oggi, venerdì 23 aprile 2021, è disponibile su tutte le piattaforme streaming Estate Infinita, il terzo album di Riccardo Amadei, registrato  e mixato presso il Deck Recording Studio di Rimini.

     

    Preceduto dal singolo Incubo Padano (https://www.youtube.com/watch?v=6ngV1p5C35g), Estate Infinita racconta la volontà di cambiare e di prendere le distanze da quello che offre la quotidianità; la ricerca di un nuovo sguardo  per ritrovare il desiderio di vivere sotto un’altra luce.

    Un’esortazione a restare umani, guardando con spirito critico ciò che è intorno a noi, passando attraverso la musica.

    Scritti in un momento precedente al lockdown, i brani sono poi stati prodotti durante lo stesso periodo, che in qualche modo ha finito per influenzarne la realizzazione.

     

    L’artista presenta così la nuova uscita:

    I brani di Estate infinita descrivono la frenesia incomprensibile della quotidianità, l’egocentrismo e il dilettantismo come valore. Dove c’è  tenebra però c’è anche ricerca della luce,  la pulsione verso la rinascita, la ricerca di una bellezza persa strada facendo, il desiderio di vivere, la realizzazione attraverso la cura dell’altro. Perché è nell’umanità e nella fragilità che ci si riconosce, che si stabilisce un contatto. Abbiamo avatar digitali a cui rendere conto, tonnellate di informazioni che ci investono quotidianamente in un vortice emotivo fuori controllo. Non approfondiamo più nulla. La musica  un esempio lampante di questa bulimia. Abbiamo accesso tramite piattaforme digitali a tutto la discografia mondiale, ma facciamo fatica a ricordarci a memoria una sola canzone.

    Le canzoni ruotano intorno a tutto questo, aiutano a mettere a fuoco i dubbi continuando a porseli. La verità è che non penso di essere strutturato per gestire così tanti input insieme. Mi chiedo molto banalmente: se siamo qui per provare ad essere felici, se questo è l’obiettivo, siamo sicuri di percorrere la strada giusta?

    E’ una Estate Infinita la nostra? Una ricompensa? Un premio? Oppure una condanna?

     

    I pezzi sono stati arrangiati con Alberto Marini ed Enrico Ro, con cui prosegue un sodalizio musicale di anni. Ospiti del disco: Marco Mantovani al piano e sintetizzatori, Gionata Costa (Quintorigo, Miscellanea Beat) agli archi, Enrico Farnedi (The Good Fellas) alla tromba, trombone e flicorno. Illustrazioni di Marianna Balducci.

     

     

    Biografia:

    Riccardo Amadei esordisce nel 2012, partecipando alla compilation Dal Mare alla Via Emilia, per la raccolta fondi per le popolazioni emiliane colpite dal terremoto. Nel 2013 esce La Polveriera, il primo disco a nome Riccardo Amadei e Les Pastìs ed è ospite della Rassegna musicale e teatrale “Le Città Visibili”. Nello stesso anno, è autore del brano -I-I-I, nel DVD dello spettacolo teatrale “Rimini Ailoviù ”(NDA Press) e produce e realizza il concerto-spettacolo “Stanze Chiuse”, presso il Banyan Teatro (RN). Nel 2014 partecipa alla compilation omaggio a Enzo Jannacci El purtava i scarp del tennis ed è ospite della prima edizione della “Festa della Musica”, organizzata dalle ARCI Nazionali in Piazza Cavour (RN). Nel 2016 esce il secondo album Senza Ombrello, prodotto dalla “SottoMarini Records” presso “L’oradaria” Studio di Rimini.
    Ha aperto i concerti di Zibba (vincitore premio della critica Sanremo 2014), Paolo Benvegnù e Edoardo Bennato.

     

    https://www.instagram.com/riccardo_amadei_e_les_pastis/

    https://it-it.facebook.com/riccardoamadeimusic

    https://www.riccardoamadeielespastis.com/