Rimini. Detenuto chiede di essere espulso dall’Italia ma il Marocco non lo rivuole

Marocchino detenuto ai Casetti dove è stato trasferito dopo aver partecipato alla rivolta scoppiata nel carcere di Parma, devastato nei giorni delle proteste allo scoppio della pandemia. In cella sta scontando gli ultimi 24 mesi della condanna a 4 anni, 9 mesi e 18 giorni rimediata per reati che vanno dalla rapina al furto. Ha chiesto, come gli permette la legge italiana, di essere espulso e dunque tornarsene in Marocco invece di finire di scontare gli ultimi due anni di pena (poi non potrà più mettere piede in Italia per 10 anni). Ma a quanto pare il Marocco non lo rivuole indietro: nessuna risposta infatti sarebbe ancora pervenuta nonostante i solleciti al legale del soggetto.