Rimini. Due arresti per furto con destrezza di portafogli sul bus

Lug 5, 2021

  • Condividi l'articolo

    Rimini – controlli dei Carabinieri durante la notte tra sabato e domenica: 03 arresti e 02 denunce.

     

     

    Intensi controlli nello scorso week end per i Carabinieri della Compagnia di Rimini i quali hanno intensificato la presenza sul territorio ponendo in essere servizi preventivi e repressivi mirati al contrasto delle varie forme di reato, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio, al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti ed all’abuso di bevande alcoliche, fenomeno delle truffe operate dai cosidetti “pallinari” e nelle norme anti-Covid.

     

    In particolare 03 persone sono state deferite in stato di arresto e 02 quelle denunciate in stato di libertà. Sono stati impiegati poco numerosi Carabinieri della Compagnia di Rimini in un servizio straordinario di controllo del territorio.

    Sono circa 86 le persone controllate.

    Sono invece 6 le attività commerciali controllate.

    Sono state controllate 9 persone che si dedicano alle truffe mediante l’artifizio delle “tre campanelle” mentre 14 le meretrici. Dette persone sono state oggetto di provvedimenti di polizia.

     

    Un arresto per resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale.

    Alle prime luci dell’alba di domenica u.s., i Carabinieri della Stazione di Rimini Principale hanno tratto in arresto in flagranza, per i reati di resistenza e violenza, H.A., 23/enne nordafricano ma residente nel modenese.

    In particolare il ragazzo, alle ore 07.00 circa in evidente stato di alterazione psicofisica, si trovava sul lungomare Murri ove stava litigando con altri connazionali. All’arrivo dei militari intervenuti su richiesta al numero di emergenza 112, alla presenza di numerosissime persone lì fermatesi per via della situazione, li aggrediva colpendoli con calci e spinte. Lo stesso veniva, a fatica, bloccato e fatto salire a bordo dell’auto di servizio. H.A. è stato condotto in caserma e dichiarato in stato di arresto. Espletate le formalità di rito, l’uomo è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Rimini Principale in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Nel corso della mattinata di lunedì 05 luglio, a seguito di udienza tenutasi presso il Tribunale di Rimini, l’arresto è stato convalidato e l’A.G. ha disposto la misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Rimini. Il giovane, conseguentemente al rito direttissimo, ha patteggiato mesi 8 di reclusione con il beneficio della sospensione condizionale della pena.

     

    Due arresti per furto con destrezza di portafoglio.

    I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno tratto in arresto in flagranza, per il reato di furto aggravato due nordafricani, D.A.B.A. E B.R., 48/enni, già noti alle forze dell’ordine per loro precedenti di polizia.

    In particolare i due, profittando della folla presente per salire su di un autobus di linea, in concorso tra loro poiché uno operava mentre l’altro copriva i suoi movimenti, si impossessavano del portafoglio contenuto all’interno della borsa di un turista varesotto. I due, condotti in caserma, non hanno potuto fare altro che ammettere quanto contestato mentre quanto sottratto, con tutto il suo contenuto consistente in documenti, carta di credito e danaro, veniva immediatamente restituito al legittimo proprietario. Dichiarati in stato di arresto, venivano trattenuti presso le camere di sicurezza della Stazione Rimini Principale in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Nel corso della mattinata di lunedì 05 luglio, a seguito di udienza tenutasi presso il Tribunale di Rimini, l’arresto è stato convalidato con l’applicazione della misura cautelare del divieto di dimora in Emilia Romagna e, a seguito di richiesta dei termini a difesa, il processo è stato fissato per il 12 luglio pv..

    Un deferimento in stato di libertà per porto abusivo di arma da taglio

    I Carabinieri della Stazione di Rimini Miramare deferivano in stato di libertà P.L. 25/enne riminese poiché veniva sorpresa lungo la pubblica via mentre brandiva un coltello da cucina, minacciando i passanti.

     

    Un deferimento in stato di libertà per inosservanza Legge sull’immigrazione

    I Carabinieri della Stazione di Rimini Miramare deferivano in stato di libertà un nordafricano, B.R. 24/enne, poiché inottemperante all’ordine di espulsione. Lo stesso veniva nuovamente accompagnato all’Ufficio Immigrazione ove veniva nuovamente espulso dal territorio nazionale.

     

    L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Rimini rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di legalità avanzate dai cittadini. Pertanto continueranno con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua e attività info-investigativa, contattando la cittadinanza al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati.