Rimini. È morto all’età di 78 anni l’architetto Adolfo Natalini

Gen 24, 2020

  • Condividi l'articolo

    È morto a Firenze all’età di 78 anni l’architetto Adolfo Natalini. Nato a Pistoia nel 1941, Natalini è stato uno degli pionieri dell'”architettura radicale”: una delle avanguardie più significative degli anni Sessanta e Settanta. Tre le sue opere, realizzate in tutto il mondo, i progetti per il Römerberg a Francoforte e per il Muro del Pianto a Gerusalemme, la banca di Alzate Brianza, il Centro Elettrocontabile di Zola Predosa, la casa in Saalgasse a Francoforte. Mentre a Firenze  saono tanti gli interventi di Natalini: tra gli altri, il restauro del Teatro della Compagnia, il progetto dell’ampliamento del museo dell’Opera del Duomo e la realizzazione del polo universitario di Novoli.

    E ancora rra alla guida di un gruppo di progettisti (Fabrizio Natalini, Marino Bonizzato, Maria Grazia Federico, Giorgio Franchini, Emma Mandelli) che vinse nel 1985 il concorso di idee promosso dal Comune di Rimini, voluto dal sindaco Massimo Conti, per la ricostruzione del teatro Galli, con 143 partecipanti.

    Dopo la laurea in architettura a Firenze nel 1966 Natalini fonda il Superstudio insieme a Cristiano Toraldo di Francia, Gian Piero Frassinelli, Roberto e Alessandro Magris e  Alessandro Poli. I progetti del Superstudio, esperienza che durò 20 anni, appaiono in pubblicazioni e mostre in tutto il mondo. Opere realizzate e progetti di questa esperienza fanno ora parte delle collezioni di musei come il Museum of Modern Art New York, Israel Museum Jerusalem, Deutsches Architekturtmuseum Frankfurt am Main e Centre Pompidou Paris.

    Dal 1979 Adolfo Natalini ha iniziato un’attività autonoma e si è concentrato sul progetto per i centri storici in Italia e in Europa. É stato professore ordinario nella facoltà di Architettura di Firenze, membro onorario del Bund Deutscher Architekten e del Honorary Fellow American Institute of Architects, nonché membro dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze, dell’Accademia di Belle Arti di Carrara e dell’Accademia di San Luca.

  • Rimini. Morto l’uomo investito in bicicletta

    Rimini. Morto l’uomo investito in bicicletta

    È morto nel pomeriggio all’ospedale Bufalini di Cesena Ivo Santolini, il settantenne investito sabato pomeriggio in zona cimitero a Rimini, al confine tra Viserba e le Celle. Intorno alle 17 l’uomo si trovava in bici all’altezza della rotatoria tra via Zangheri e via...