Rimini. Emilia Romagna zona bianca da quando? Ci siamo: c’è la data!

Mag 21, 2021

  • Condividi l'articolo

    Quando l’Emilia Romagna diventerà zona bianca? Da metà giugno. E’ questa la previsione dell’assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini. “Dalla prossima settimana no perché secondo le disposizioni del Governo bisogna avere numeri da zona bianca (incidenza inferiore a 50 casi ogni 100mila abitanti e un rischio basso, ndr) per almeno tre settimane, certo è che l’andamento epidemiologico, in particolare l’incidenza dei casi, ci induce a pensare che a metà giugno, se continua così potremmo essere in zona bianca”.
    Cosa significa essere in zona bianca? Nelle regioni in zona bianca valgono solo le regole di comportamento (mascherina, distanziamenti, quindi resta il divieto di assembramento).
    Non c’è coprifuoco, quindi gli spostamenti sono possibili a qualsiasi ora, senza bisogno di autocertificazione e senza il rischio di incorrere in multe.
    Sostanzialmente, in zona bianca riaprono tutte le attività chiuse tranne le discoteche.

    Per quanto riguarda invece il presente, il coprifuoco si è ridotto di un’ora e il divieto di spostamento in vigore ora è dalle 23 alle 5. Dal 7 giugno sarà ulteriormente posticipato di un’ora, con stop delle mobilità dalle 24 alle 5.

    Da sabato 22 maggio tutti i negozi dei centri commerciali e nei mercati potranno restare aperti anche nei weekend (giorni festivi e prefestivi). Sarà inoltre possibile riaprire tutti gli impianti di risalita in montagna.

    Le palestre e i centri sportivi invece riaprono il 24 maggio.

    Quanto ai ristoranti e bar, ora aperti sono per i pasti all’aperto, dal primo giugno sarà possibile consumare cibi e bevande all’interno dei locali anche oltre le 18 fino all’orario di chiusura previsto dalle regole sugli spostamenti.

    Per quanto riguarda lo sport, dal primo giugno all’aperto e dal primo luglio al chiuso sarà ammesso il pubblico alle competizioni sportive, 25% della capienza massima con limite di 1000 persone all’aperto e 500 al chiuso.

    Dal 15 giugno saranno consentite feste e ricevimenti per cerimonie civili e religiose , sia all’aperto che al chiuso con uso del green pass o certificato verde. Restano chiuse le sale da ballo e le discoteche.