Rimini. Erbetta vuole dedicare una via a Craxi

Gen 22, 2021

  • Condividi l'articolo

    L’interrogazione del consigliere Erbetta

    Il 19 gennaio è stato celebrato il ventunesimo anniversario della morte di Bettino Craxi.
    Dall’ospedale di Tunisi, poco prima di essere operato, Bettino Craxi consegnava quest’articolo alla Critica Sociale affinché lo trasmettesse per un’ ultima intervista, a Gianni Pennacchi. Il direttore Bel Pietro non lo pubblicò sul quotidiano il Giornale.
    L’appunto venne allora pubblicato nel gennaio 2000, dopo la sua morte sulla Critica Sociale.
    Lo ripropongo oggi quale omaggio dovuto .
    Tra allusioni e affondi, indicava già allora un tema attuale, una “controrivoluzione” rispetto alla “falsa rivoluzione” del ’93, vedendo una via d’uscita nell’alleanza tra liberali, repubblicani e socialisti: il Trifoglio patriottico. Il “Trifoglio” ritorna oggi come simbolo della “Terza Via” che partirà da Rimini alle prossime elezioni amministrative con Rinascita Civica i Liberalsocialisti e il
    sottoscritto come candidato Sindaco. Ecco il testo di Bettino Craxi a Gianni Pennacchi e alla Critica sociale.
    “Mi dispiace ma non ti posso incontrare. So che la tua insistenza è amichevole ma mi trovo di fronte a cause di forza maggiore. Sono tornato a rifugiarmi all’ospedale militare di Tunisi.
    Le cose si complicano e ogni giorno c’è una nuova scoperta che non fa piacere. Dovevo fare una operazione urgente. Ora ne debbo fare due.Che Dio mi aiuti. Conto di uscirne vivo. Ci sono ancora troppi mascalzoni che vorrebbero il contrario anche se si coprono il viso con il velo della ipocrisia umanitaria
    Ora purtroppo le mie cose sono improvvisamente cambiate
    Non so se cercherò di operarmi in Tunisia, magari con l’aiuto di una équipe italiana, in Francia o negli Usa.
    Di messaggi ne ho ricevuti tanti. Non li ho ancora letti tutti. Quello che più mi ha fatto piacere è il messaggio del Santo Padre. Per il resto tanti si sono riciclati e tanti continuano a comportarsi come se nulla fosse.
    Bugiardi ed extraterrestri.
    Il Caso Craxi c’è e se riuscirò a vivere non lo si seppellirà tanto facilmente. L’ora della verità si sta avvicinando e suonerà sonoramente per tanti capintesta che continuano a parlare con singolare disinvoltura di passaggi storici che essi conoscono
    come le loro tasche. Non credo che il Parlamento istituirà Commissioni d’inchiesta. Ha tenuto duro sino ad oggi non vedo perché dovrebbe farlo oggi.
    Con frutta, fiori e animali leggiadri si cerca di imbellire una politica italiana che è diventata un vero zoo.
    Finché dura. Un tempo Calindri diceva “Dura minga”
    I miei fiori non li ho più. Quelli che ho sul tavolo sono un regalo del Presidente della Repubblica tunisina, Ben Alì
    Il Trifoglio è una bella idea come tutte le idee che richiamano i colori della Patria”

    Parole che sono estremamente attuali di uno dei più grandi Statisti Italiani.

    Chiedo pertanto
    per la terza volta, che Il Sindaco e la Giunta compiano quella riconciliazione tra la figura di Bettino Craxi e il Socialismo che rappresentava e la città di Rimini procedendo all’intitolazione di una via o una piazza o una rotonda a Bettino Craxi come fatto di recente dal Sindaco di Pesaro.