Rimini. Famiglie convivono con l’immondizia perché non sanno dove conferirla

Da alcuni giorni, diverse famiglie di viale Mantegazza, a Marina centro, sono costrette a convivere con l’immondizia perché non sanno dove conferirla. I cassonetti in strada, infatti, sono stati portati via, ma nessuno ha consegnato i nuovi contenitori per la raccolta domiciliare. A questo punto le famiglie, in accordo con il loro legale, hanno scritto una Pec a Hera, Comune, Ausl e per conoscenza anche alla Procura della Repubblica. Nella missiva viene chiesta l’immediata attivazione di chi di competenza per ovviare alla gravissima situazione prodottasi.

“La situazione di via Mantegazza – si legge nella replica di Hera – fa riferimento a tre utenti domestici che non hanno ricevuto il kit dei contenitori. Per quanto riguarda gli operatori addetti allo sportello, hanno indicazione di consegnare solo a utenti con posizione Tari regolare o con delega; probabilmente in questo caso si è verificato un disguido, di cui l’azienda si scusa; inoltre provvederà già da domani (oggi, ndr) a contattare gli utenti per fare una verifica su tutta la via per sicurezza. Si precisa inoltre che alcune utenze, pur essendo ricomprese nell’area in cui il servizio era già a porta a porta, in realtà utilizzavano i cassonetti stradali: di questa discordanza l’azienda non aveva evidenza e per questo motivo era stato comunicato ad altre utenze l’avvio del nuovo servizio; l’incomprensione è nata dal fatto che anche gli addetti alla consegna delle dotazioni non avevano nei loro elenchi le utenze esterne all’area di progetto. Avendo ora avuto evidenza del problema, è stato attivato un contatto specifico con le utenze delle zone che potrebbero essere nelle stesse condizioni: a chi risulterà privo della dotazione verrà consegnato tutto il materiale necessario ad aderire al servizio”.