Rimini. Finisce in carcere l’autore dell’aggressione al porto di questa estate. E’ un 24enne cattolichino residente a Rimini

Condividi l'articolo

Nel pomeriggio del 9 novembre i Carabinieri della Stazione di Rimini via Destra del Porto hanno arrestato T.F., classe 1993, originario di Cattolica, ma residente a Rimini, in esecuzione ad una Ordinanza di Custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Rimini. Dovrá rispondere dell’accusa di rapina e lesioni personali dolose. I fatti risalgono al 17 giugno 2017, nei pressi di un bar al piazzale Boscovich. In modo violento aveva aggredito, con un complice, un 27/enne anche lui riminese, picchiandolo al volto ed al corpo e strappandogli, con un morso, parte del padiglione auricolare destro per impossessarsi della sua catena d’oro del valore di  5.000 euro. Inizialmente agli occhi di alcuni testimoni sembrava fosse una rissa tra tre persone, ma in effetti a seguito di mirati accertamenti svolti dai Carabinieri della Stazione di Rimini, intervenuti sul luogo, si è accertato che si trattava di una rapina tra coetanei finita male. I Carabinieri subito dopo l’efferato evento hanno ricostruito la dinamica dei fatti segnalando all’A.G. quale autori l’attuale arrestato ed il suo complice, un giovane 23 di San Giovanni in Marignano che avrebbe partecipato indirettamente.

Per l’arrestato ora si sono aperte le porte del carcere di Rimini.