Rimini. I giovani scelgono le lingue straniere per entrare da protagonisti nel mondo del lavoro 

Gen 29, 2021

  • Condividi l'articolo

     

    I giovani scelgono le lingue straniere per entrare da protagonisti nel mondo del lavoro 

    Durante il lockdown un italiano su cinque ha cominciato a studiare una lingua e l’82% di loro lo farà anche dopo la pandemia. 

    Boom d’interesse dei giovani anche alla Triennale della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici (SSML) San Pellegrino di Rimini. Già più di 600 i ragazzi delle superiori iscritti al giorno d’orientamento ai diplomi universitari di SSML in programma il 3 febbraio. 

    Incontri e appuntamenti on line per scoprire come legare studio e inserimento nel mondo del lavoro. 

    Rimini, 29 gennaio 2021 – In Italia è boom studio delle lingue straniere. Un’indagine appena pubblicata da Babbel, una delle grandi piattaforme specializzate sullo studio on line, realizzata su un campione di 14.500 persone di dieci paesi, afferma che un italiano su cinque ha utilizzato il lockdown per studiare una lingua straniera. L’82% di loro continuerà a farlo anche dopo la pandemia. Non è solo compensazione da isolamento, relazioni sociali, viaggi e spostamenti azzerati. Le persone identificano questo tipo di studio come self improvement, nuova qualificazione professionale, crescita di competenze richieste dal mercato del lavoro, in vista del momento della ripartenza e rilancio post pandemia.

     

    Ed è quanto accade anche a Rimini alla Scuola Superiore per Mediatori Linguistici (SSML) San Pellegrino, nella sua nuova sede di Palazzo Buonadrata. La giornata di orientamento on line (mercoledì 3 febbraio) dedicata alla scelta degli studi post triennale di SSML, ha già raccolto più di 600 iscritti. Sono studenti del biennio finale degli istituti superiori, in particolare di Emilia Romagna, Marche e Umbria. “I numeri, da quello dei 200 iscritti tra nuovo anno accademico e Master, così come dei giovani che si orientano verso la nostra Triennale di mediazione linguistica e interpretariato stanno crescendo – spiega Michele Guidi direttore generale Fusp – è espressione di bisogno e ricerca di una formazione universitaria avanzata e che, soprattutto, si raccordi direttamente con sbocchi lavorativi e professionali di alto livello. Un identikit a cui i corsi SSML corrispondono pienamente”.

     

    Infatti, la giornata del 3 febbraio (dalle ore 15.00 alle 18.00) non sarà solo un viaggio virtuale all’interno della SSML San Pellegrino e della sua offerta didattica, ma l’avvio di un reale percorso di indirizzo a concreti progetti di orientamento agli studi e percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO), che SSML realizza in collaborazione con aziende, imprese e studi professionali del territorio.

    Il primo dei percorsi è “Professione Lingue – il mondo del lavoro”. Consiste nella presentazione di alcuni profili professionali legati alla figura del mediatore linguistico in diversi ambiti lavorativi, nei quali è possibile inserirsi dopo il conseguimento della laurea triennale in mediazione linguistica (L-12). La SSML ha, infatti, selezionato dei professionisti che terranno una breve presentazione della loro posizione lavorativa e che risponderanno a domande e curiosità degli studenti. Tutti i ragazzi possono scegliere di partecipare da un minimo di 2 a un massimo di 6 presentazioni. Ogni presentazione dura 30 minuti.

     

    Il secondo percorso è, invece, “Studente per un giorno”. Offre la possibilità di assistere a una o più lezioni del corso di laurea triennale in Mediazione Linguistica.  Il programma prevede una parte teorica e una pratica: esercitazioni di traduzione scritta di varie tipologie testuali, interpretazione orale, tecniche di memorizzazione, simulazioni di situazioni comunicative, project work. I docenti, tutti altamente qualificati, utilizzano avanzate metodologie di insegnamento e strumenti innovativi per avvicinare lo studente alla futura realtà professionale e valorizzarne in questo modo il talento. Lo studente può scegliere le lezioni a cui è maggiormente interessato. Obiettivo: sperimentare per un giorno la vita universitaria e incontrare gli studenti-tutor della SSML messi a loro disposizione per qualsiasi chiarimento o approfondimento informativo.

     

    La SSML è parte integrante della Fondazione Unicampus San Pellegrino (FUSP), ente che opera a livello internazionale nell’ambito della formazione linguistica e della ricerca sulla traduzione. La SSML è abilitata a rilasciare, a tutti gli effetti di legge, diplomi equipollenti ai diplomi di laurea triennale in Mediazione Linguistica (classe delle lauree L-12) conseguiti nelle università statali. Le lingue di specializzazione sono 9: inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo, arabo, cinese, giapponese, portoghese-brasiliano.

    Informazioni e iscrizioni http://ssml.fusp.it/it/professione-lingue-2_87.html

    nella foto: corso orientamento 2019