Rimini. I Salvataggi + Rimini Cuore

Apr 21, 2021

  • Condividi l'articolo

    L’Associazione Marinai di Salvataggio fin dalla sua nascita collabora attivamente con il progetto “Rimini Cuore” nato per promuovere la cultura del soccorso cardiaco.

    Un’attività che passo dopo passo ha portato Rimini ad essere una città con un alto numero di defibrillatori semiautomatici esterni (DAE) posizionati,
    ma soprattutto a formare all’utilizzo con corsi formativi e abilitanti tantissimi cittadini riminesi e dell’intera provincia.

    I salvataggi in servizio sul litorale, in qualità di esperti di primo soccorso, partecipano numerosi ai corsi specifici a loro dedicati e nati da questa proficua collaborazione.

    Si stima che circa il 60% dei decessi secondari ad attacco cardiaco avviene PRIMA che il paziente raggiunga l’ospedale.
    Le manovre immediate sono essenziali poiché dopo pochissimi minuti dall’arresto cardiaco il cervello subisce danni irreversibili che possono portare alla morte cerebrale.

    Sino al 2001 Rimini Cuore ha diffuso e promosso l’applicazione della “Catena della Sopravvivenza”
    (allarme precoce, pronto inizio di massaggio cardiaco e respirazione artificiale)
    poi la seguente introduzione dei Defibrillatori semiAutomatici Esterni (DAE) ha reso ancor più facile e utile l’insegnamento di Rimini Cuore,
    che da allora è stato chiamato “Riminicuore D” (D = “Defibrillazione Precoce”).

    Dal 2014 grazie a questa battaglia condivisa con l’Associazione Marinai di Salvataggio,
    l’ordinanza balneare regionale dell’Emilia Romagna ha introdotto l’obbligatorietà dei Defibrillatori Semiautomatici Esterni (DAE) nelle nostre spiagge.

    Anche quest’anno i salvataggi impiegati sul litorale riminese si aggiorneranno alle linee guida di soccorso in sicurezza per Covid-19,
    allenandosi per ore al primo soccorso guidati dal personale sanitario e utilizzando strumentazione all’avanguardia;
    spesso i rianimatori professionisti che tengono i corsi sono poi gli stessi che a bordo delle ambulanze e delle auto mediche accorrono direttamente in riva al mare alle nostre richieste di soccorso.

    Cogliamo l’occasione per ringraziare sentitamente il progetto Rimini Cuore
    e tutte le persone fantastiche che promuovono appassionatamente la cultura della salvaguardia della vita.