Rimini. ILLECITI CONTRO IL REDDITO DI CITTADINANZA: 65 SOGGETTI SEGNALATI PER LA SOSPENSIONE DEL BENEFICIO E 10 DENUNCIATI PER ILLECITA PERCEZIONE

Apr 23, 2021

  • Condividi l'articolo

    ILLECITI CONTRO IL REDDITO DI CITTADINANZA: OPERAZIONE TENET

    65 SOGGETTI SEGNALATI PER LA SOSPENSIONE DEL BENEFICIO E 10 DENUNCIATI PER ILLECITA PERCEZIONE

     

    Dal gennaio 2021, su indicazione della Procura della Repubblica di Rimini, è stata avviata dalle Fiamme Gialle riminesi una coordinata azione finalizzata al sistematico vaglio di tutte le posizioni dei soggetti sottoposti a misure cautelari personali in maniera da individuare i destinatari del reddito di cittadinanza.

     

    In particolare, i finanzieri del Comando Provinciale di Rimini hanno elaborato i dati forniti sia dall’Autorità Giudiziaria che dalle altre Forze di Polizia approfondendo la posizione di oltre 400 persone destinatarie di provvedimenti restrittivi.

     

    Tra queste ben 65 sono risultate percepire il reddito di cittadinanza e, pertanto sono state segnalate all’INPS per la sospensione del beneficio.

     

    L’attività finora ha permesso di bloccare l’erogazione di circa 40.000 euro.

     

    In questo periodo, caratterizzato da una diffusa crisi causata dalle difficoltà determinate dalla pandemia, la Guardia di Finanza – pone tra le proprie priorità operative – quale polizia economico-finanziaria la tutela del Bilancio pubblico per attuare la prevenzione ed il contrasto ai comportamenti illeciti ed alle frodi perpetrate a danno della spesa pubblica, mirando a garantire l’effettivo sostegno alle fasce più deboli della popolazione ed evitando il dispendio di risorse a beneficio di soggetti non aventi diritto.