Rimini. In Romagna si impara a dire “grazie” nel business

In Romagna si impara a dire “grazie” nel business


Venerdì e sabato una due giorni di evento dedicato al networking, alla collaborazione e alla creazione di reti internazionali: l’idea nasce da Rimini e abbraccia non sola la Romagna ma altre 6 regioni

2 giorni di evento, 9 ore di contenuti digitali, 8 speaker, 1 settimana dedicata al networking: questi i numeri di “Gratitudine Infinita” l’evento che il prossimo 5 e 6 febbraio incoraggerà imprenditori e professionisti a ringraziare qualcuno nella loro rete che li ha aiutati professionalmente o personalmente nel 2020.

L’iniziativa si inserisce nella International Networking Week, un evento annuale creato da BNI Global e che, quest’anno, ha proprio come tema: “A World of Thanks”, il ringraziare colleghi, partner, fornitori, clienti, amici e contatti, creando un momento di networking di respiro internazionale. L’obiettivo è celebrare il ruolo chiave che le relazioni giocano nello sviluppo e nel successo di aziende e studi professionali di tutto il mondo.

L’idea nasce fra Romagna ed Umbria e si diffonde su larga scala grazie al sostegno dei gruppi di imprenditori di Napoli e Roma subito seguiti da quelli toscani, marchigiani e calabresi. Sette aree diverse ma accumunate dallo stesso desiderio di tessere relazioni su cui basare il business.

Il programma dell’evento è intenso: venerdì 5 febbraio si alterneranno una sessione di networking in lingua inglese con partecipanti di 5 continenti e una sessione di confronto in lingua italiana, il sabato ancora networking e un talk panel con speaker del mondo dell’impresa: sarà Luca Pellegrino, Esperto di Referral Marketing Strategico, a motivare alla crescita del business imprenditori e professionisti, seguirà Luca Ferrario, economista, per fornire il quadro di contesto. Ancora impresa con Franco Cioffi, Economista dello Sviluppo, Fondatore della Scuola d’Impresa Diffusa e autore dell’omonimo libro in cui raccoglie tutte le sue esperienze di progetti di sviluppo economico territoriale dal basso. A Lorenzo Succi, Direttore di Uni.Rimini spa, il compito di spostare lo sguardo verso le nuove generazioni.

Atteso l’intervento di Fatima Castelan, Esperta di Relazioni Internazionali, la prima donna ad aver ricoperto il ruolo di Executive Director della Camera Messicana, che introdurrà il tema del business al femminile lasciando, sul tema, ampio spazio ad Ingun Bol, Fondatrice del Female Wave of Change, associazione che coinvolge donne in 50 paesi del mondo nella creazione di reti e progetti.
Non solo rappresentanti straniere fra le relatrici: Daniela Bernardi, Esperta di Spedizioni Internazionali e di Processi d’Internazionalizzazione parlerà dedicandosi alle PMI e Maria Laura Berlinguer, celeberrima Ambasciatrice del Made in Italy nel mondo.

Nella settimana dove viene celebrata la riconoscenza non poteva mancare al termine della prima giornata il Gala Award Bni Perugia, per premiare i protagonisti dei grandi risultati che il gruppo ha raccolto: oltre 14 Milioni di euro il volume di affari scambiato grazie a oltre 3800 referenze scambiate e a 3400 ore di networking. Dimostrazione che le referenze e le relazioni non sono idee astratte, ma opportunità più che concrete.

Complice anche la tematica trasversale (quel “dire grazie” che troppo spesso nel mondo del business non trova il giusto spazio) l’evento sta ottenendo il successo del pubblico e l’attenzione dei media: Davide Venturi, l’ideatore, ha condiviso il plauso con Irene Magistro e Paola Devescovi, imprenditrici e consulenti, qui presentatrici nelle sale virtuali dell’evento e con i co-organizzatori Federico Falini, Francesco Cacciapuoti, Adriana Zanetti, Irene Dominici, Guido Picozzi e Daniele Pagno. 7 regioni diverse ma lo stesso grande desiderio di fare rete e di farlo insieme.

 
 
Nelle foto i relatori: 
FRANCO CIOFFI
Economista dello Sviluppo, Ideatore e Fondatore di Scuola d’Impresa Diffusa
MARIA LAURA BERLINGUER
Ambasciatrice del Made in Italy nel mondo