RIMINI. Inaugurata la mostra al Palazzo del Fulgor “Federico Fellini dietro le quinte negli scatti di Patrizia Mannajuolo”

Giu 10, 2022

  • Condividi l'articolo

     

    Palazzo del Fulgor dal 10 giugno al 4 settembre 2022.

    FEDERICO FELLINI DIETRO LE QUINTE NEGLI SCATTI DI PATRIZIA MANNAJUOLO

    Palazzo del Fulgor 10 giugno – 4 settembre 2022

    (venerdì 10 giugno dalle 21.00 alle 23.00 ingresso gratuito)

    dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19

    chiuso il lunedì

    mercoledì e venerdì aperto anche dalle 21 alle 23

    Dopo la mostra “Fellini tra sogno e realtà: il contributo fotografico di Rodrigo Pais” continuano gli appuntamenti fotografici al Fellini Museum. Un percorso espositivo che si sviluppa lungo le pareti della sede del Palazzo del Fulgor, proponendo approfondimenti, approcci e riflessioni legati alla figura e al cinema del Maestro riminese.

    A partire dal 10 giugno e fino al 4 settembre, il Museo Fellini ospita nella sede del Palazzo del Fulgor la mostra fotografica di Patrizia Mannajuolo “Federico Fellini dietro le quinte”.

    A 102 anni dalla nascita, il grande regista rivive negli scatti di Patrizia Mannajuolo dal set de La città delle donne. Di solito, quando si ritraggono personaggi celebri, si è condizionati in qualche modo da un’idea preconcetta. Patrizia Mannajuolo nelle sue fotografie fuori scena riesce invece a scattare con mente libera e sguardo attento, cogliendo momenti di rara spontaneità e svelandoci i personaggi come se li vedesse per la prima volta. I suoi occhi mettono a fuoco dettagli già indagati da tanti, ma con uno sguardo peculiare, inedito, mostrandoci il Fellini vero e genuino, lontano dall’ufficialità delle apparizioni pubbliche o dei backstage autorizzati. In questi scatti rivivono le emozioni, i contrasti, le gioie, i disagi di un incontro determinante, di una stagione visionaria di passioni e inquietudini. Nel teatro 5 di cinecittà che fu la “casa” del maestro, Patrizia esplora scenografia e set con la discrezione e la malizia di una fotoreporter, in una sequenza memorabile di istantanee inattese e rivelatrici. L’inaugurazione della mostra si tiene oggi, venerdì 10 giugno (dalle ore 21.00 alle ore 23.00 l’ingresso al Palazzo del Fulgor sarà gratuito)

    Patrizia Mannajuolo, napoletana, si dedica alla fotografia sin da giovanissima, frequenta a Roma lo studio di Vittorugo Contino e collabora con registi, attori e produttori; tra le esperienze più significative la collaborazione con Roberto Rossellini e il figlio Renzo per la serie televisiva La lotta dell’uomo per la sua sopravvivenza (1970); con Federico Fellini sul set de La città delle donne (1979), con Liliana Cavani per La pelle (1981) tratto dal romanzo omonimo di Curzio Malaparte e poi con Alberto Sordi e Monica Vitti per le riprese di Io so che tu sai che io so (1982), un soggetto di Rodolfo Sonego prodotto da Augusto Caminito, cui fece seguito uno special con la regia di Patrizia Mannajuolo sui problematici rapporti di coppia. Nel 2018 le fotografie dal dietro le quinte de La città delle donne di Federico Fellini sono state esposte presso la galleria d’Arte napoletana Al Blu di Prussia, negli spazi espositivi dell’ex Ospedale di San Rocco a Matera e, nel 2019, a Villa Fiorentino, a Sorrento. Il lavoro fotografico è stato pubblicato nel volume Federico Fellini. L’occhio di Patrizia Mannajuolo, artem, Napoli 2020.

  • Vietnam: investimenti esteri per 14 miliardi di dollari

    Vietnam: investimenti esteri per 14 miliardi di dollari

    Il Ministero della pianificazione e degli investimenti vietnamita ha annunciato che la somma complessiva dei capitali provenienti da investitori esteri ha raggiunto finora quest'anno la cifra di 14,03 miliardi di dollari, con una crescita complessiva del 91,1%...

    Cina, da G7 mentalità da Guerra Fredda e pregiudizio

    Cina, da G7 mentalità da Guerra Fredda e pregiudizio

    La Cina attacca il G7, accusandolo di aver "usato ancora una volta il comunicato del vertice per promuovere la narrativa della 'democrazia contro l'autoritarismo' e per interferire "gravemente nei suoi affari interni, attaccando e diffamando la Cina e incitando a...