RIMINI. Indino: “Il momento di fare di più, per uscire il più in fretta possibile da questa pandemia e da tutte le limitazioni che ancora purtroppo ne derivano”

Lug 14, 2021

  • Condividi l'articolo

     

    “Credo che questo sia il momento di fare di più, per uscire il più in fretta possibile da questa pandemia e da tutte le limitazioni che ancora purtroppo ne derivano. Credo sia giusto fare un appello alle persone di ogni età affinché si vaccinino – spiega il presidente di Confcommercio della provincia di Rimini, Gianni Indino – considerando l’importanza della vaccinazione non solamente per la salute propria e degli altri, ma anche per quel ritorno alla vita normale che tutti auspichiamo. La nostra economia e dunque il nostro stile di vita quotidiano non può permettersi tentennamenti. Il governo sta giustamente pensando di cambiare i parametri di valutazione del rischio basandosi sulla pressione ospedaliera, perché con l’avvento dei vaccini lo scenario è notevolmente cambiato. Agisca in fretta su questo punto, si cambi strategia. Il solo sentire parlare di zone gialle e arancioni mi mette i brividi: non ce la possiamo davvero più permettere. È stato dimostrato che il vaccino rende meno aggressivo questo virus, dunque una vaccinazione in massa sarebbe un vero e proprio antidoto e permetterebbe di non fermare più il Paese. Abbiamo un’arma potentissima e dobbiamo usarla: serve responsabilità da parte di tutti. Restando ferma la libertà di scelta personale, che deve rimanere intatta, invito a chiudere il cerchio dello sforzo fatto fino a questo momento. Abbiamo fatto davvero tanto, ma ora serve un ulteriore sferzata. Sul nostro territorio, non appena è stato possibile, c’è stata la corsa alla vaccinazione da parte degli operatori del turismo e non solo. Come SILB, il sindacato dei locali da ballo, abbiamo accolto la proposta di una riapertura di discoteche e sale da ballo con ingresso per possessori di Green Pass. Ritengo che questo possa essere anche uno stimolo per i ragazzi a vaccinarsi, a patto però che si controlli e si faccia luce su tutti i luoghi in cui si balla abusivamente senza alcun tipo di controllo, altrimenti si vanificherebbe tutto. E poi mi domando perché aspettare ancora a vaccinarsi? Completare la vaccinazione è un’occasione importante per tornare alla normalità e va assolutamente colta senza indugi per il bene di tutta la collettività”.