Rimini. Investì e uccise bimbo di 3 anni: assoluzione nel processo che vedeva un 40enne bellariese imputato di omicidio stradale

Condividi l'articolo

Assoluzione nel processo che vedeva un 40enne bellariese imputato di omicidio stradale per aver investito un bambino di 3 anni. Un procedimento che, allo stesso tempo, ha visto condannare il padre della piccola vittima per omessa vigilanza su minore. I fatti risalgono al gennaio del 2019 a San Mauro, lungo la via Cagnona: intorno alle 18 l’Audi A2 sulla quale viaggiavano padre e figlio di origini senegalesi era ferma ai lati della carreggiata con l’adulto che era sceso dall’abitacolo. Improvvisamente anche il bambino è uscito fuori dalla vettura probabilmente slacciandosi da solo la cinghia che lo teneva legato al seggiolino per poi essere centrato dall’auto del bellariese. Nella sentenza il giudice ha stabilito, per il guidatore, che il fatto non costituisce reato ravvisando nei confronti del padre della vittima il delitto di omessa vigilanza.