Rimini. Mazzata Astrazeneca: sale la preoccupazione di chi si è già immunizzato con questo vaccino

L’agenzia del farmaco (Aifa) ha disposto il divieto temporaneo di somministrazione del vaccino AstraZeneca in tutta Italia. Da lì a poco gli sportelli Cup hanno iniziato ad inviare sms a quanti stamane avrebbero dovuto presentarsi per la vaccinazione. Il vero problema secondo perecchi medici sarà se le persone si fideranno ancora. Perché quanto successo ieri in una farmacia la dice lunga: “Qui si prenota AstraZeneca” e gli anziani in attesa in fila decidono di andarsene. Una ventina di anziani ha deciso di rinunciare al proprio turno perché non convinti del farmaco messo a disposizione. E ben prima del blocco deciso da Aifa. E’ necessario dunque che il Governo e la comunità scientifica italiana e europea giungano al più presto ad una determinazione definitiva che garantisca la prosecuzione del piano vaccinale in modo efficace e nella massima sicurezza. E’ del resto la linea tracciata dallo stesso assessore regionale Donini. Nel frattempo sale la preoccupazione fra chi ha già ricevuto la prima dose di vaccino Astrazeneca e che deve fare il richiamo. Va comunque sottolineato in maniera chiara come fino a questo momento sia l’Aifa che Ema hanno affermato di non aver trovato delle correlazioni con le trombosi. Senza contare che in Inghilterra hanno vaccinato milioni di persone e lì, proprio grazie a questo, stanno tornando alla normalità.