Rimini. Mille immagini pedopornografiche: nuovi guai per il 33enne che nonostante l’Aids aveva rapporti sessuali non protetti

Lug 7, 2021

  • Condividi l'articolo

    Nuovi guai per il 33enne affetto da Hiv ma che aveva comunque rapporti sessuali non protetti: da ieri mattina è nuovamente alla sbarra davanti al tribunale di Rimini, per rispondere del reato di detenzione di materiale pedopornografico. Nel computer sequestrato dai carabinieri quando venne arrestato nel novembre del 2019, i militari avevano rinvenuto quasi mille immagini dal contenuto sessuale da far rivoltare lo stomaco. Si trattava infatti di scatti di violenze sessuali commesse ai danni di giovanissime adolescenti. Un repertorio dell’orrore dove era possibile individuare facilmente la vittima delle violenze: scene di sesso con minorenni sul letto, rapporti orali con minori e così via. Scatti poi scambiati – stando all’accusa sulla base delle indagini tecniche chieste dalla procura della Repubblica – con pornopedofili della Rete. Il dibattimento, dopo la presentazione di alcune eccezioni da parte della difesa, è stato aggiornato al prossimo 5 ottobre.

  • Rimini. Centrodestra, elezioni: Lega pronta a sostenere Barboni

    Rimini. Centrodestra, elezioni: Lega pronta a sostenere Barboni

    Oltre alla candidatura a sindaco di Enzo Ceccarelli, la Lega è pronta a sostenere quella del senatore Antonio Barboni, coordinatore provinciale di Forza Italia. Quindi ad oggi i nomi sono due, Ceccarelli e Barboni. Si attende a questo punto una decisione in modo che...