Rimini. Minori trovano metadone e si sballano: 15enne finisce in Rianimazione, la sua prognosi è riservata

Dic 30, 2020

  • Condividi l'articolo

    A soli quindici anni è ricoverato in Rianimazione con  prognosi riservata. Un’altra ragazzina, spaventata da sintomi sconosciuti, è stata accompagnata al pronto soccorso dai genitori. Non faceva pipì da due giorni, ora sta bene. Questo quanto accaduto a un gruppo di amici che ha trovato un flacone di metadone abbandonato sull’autobus col quale hanno fatto baldoria, bevuto alcol e fumato marijuana. E’ accaduto la sera del 23 dicembre scorso quando il gruppo di ragazzini, prima del coprifuoco, si è dato appuntamento nel parco dietro alla stazione ferroviaria di Cattolica: alcuni di loro fanno ancora le medie.  Il 15enne dopo avere preso il metadone si assopisce su una panchina e non si muove più. Gli altri se ne vanno a casa per non fare preoccupare i genitori. Lui resta lì. Alla fine a dare l’allarme è un 13enne: quando chiama il 118 sono già le 23.30, è passato diverso tempo. All’arrivo di soccorsi e carabinieri trovano il minore privo di coscienza è intossicato e con un principio di polmonite. Ma è vivo. Ora è ricoverato.

  • Rimini. Cicloamatore stroncato da infarto

    Rimini. Cicloamatore stroncato da infarto

    Si stava allenando in bici, quando intorno alle 10 di sabato un malore fatale ha colpito un cicloamatore, un 65enne pensionato di Rimini. L'uomo si è accasciato per terra a Villa Verucchio, lungo la ciclabile parallela alla via Casetti.