Rimini. Nadia Rossi, Pd: “Priorità del bilancio mettere in sicurezza il sistema sanitario”

“La priorità è mettere in sicurezza il sistema sanitario e di welfare e dall’altra rilanciare l’economia – commenta la consigliera regionale PD Nadia Rossi – Sulla sanità saranno investiti oltre 9 miliardi di euro, 600 milioni in più rispetto all’anno passato, che rappresenta oltre il 70% del bilancio complessivo della Regione, che si assesta sui 12,5 miliardi di euro. Contemporaneamente sarà fondamentale intervenire per dare una nuova spinta all’economia e tornare al più presto a veder crescere il nostro Pil”.

“Aspettando la nuova programmazione delle risorse europee, che partirà l’anno prossimo, la Regione sostiene le imprese con quasi 200 milioni a cui sommare risorse per la formazione e le politiche attive per il lavoro. Al sistema fieristico destiniamo 10 milioni utili al percorso di unificazione dello stesso. Per turismo e commercio sono quasi 93 i milioni che, tra le varie misure, serviranno per la ripartenza di tutti i settori, dall’Appennino alle Città d’arte. A queste somme si aggiungano i fondi per i progetti di riqualificazione del fronte spiaggia nei Comuni del distretto della Costa: 11 milioni nel 2021 e 5,6 nel 2022” richiama la consigliera riminese.

Un’altra voce è quella della mobilità e trasporti – spiega Rossi, che è vicepresidente della Commissione regionale Territorio –. A bilancio ci sono oltre 363 milioni per il trasporto pubblico locale. Confermiamo con 44 milioni di euro nel triennio l’abbonamento ‘Grande’ che consente agli studenti under 14 di spostarsi gratuitamente su bus e treni regionali. Da settembre 2021 la misura sarà estesa fino agli under 19”.

“Grazie ai conti in ordine e a progetti già ben avviati in precedenza siamo partiti nell’affrontare gli effetti devastanti dell’epidemia da Covid con il piede giusto. Da un lato con ristori a fondo perduto per chi è stato più colpito, dall’altro programmando nuove politiche che inneschino un processo di investimenti virtuoso per l’economia e il territorio. Proprio in questi giorni – conclude Rossi – il Governo sta presentando la manovra nazionale e definendo i contenuti del Recovery Plan. Anche da lì ci aspettiamo risorse adeguate a sostenere la ripartenza dal 2021”.