Rimini. Nel riminese ancora contagi sopra quota 100

Giu 9, 2022

  • Condividi l'articolo

    Nel riminese ancora contagi sopra quota 100 (117), ma cala nuovamente a uno il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva. Non si registrano nuovi decessi.

    In Emilia Romagna si sono registrati 1.499.876 casi di positività, 1.994 in più rispetto a ieri, su un totale di 12.341 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 7.116 molecolari e 5.225 test antigenici rapidi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 16,1%.

    Vaccinazioni

    Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 10.546.673 dosi; sul totale sono 3.792.811 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, il 94,4%. Le dosi aggiuntive fatte sono 2.908.816.

    Il conteggio progressivo delle dosi di vaccino somministrate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati e le dosi aggiuntive somministrate.

    Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/ .

    Ricoveri

    I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 26 (+1 rispetto a ieri, +4%), l’età media è di 67,7 anni. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 651 (-20 rispetto a ieri, -3%), età media 75,8 anni.

    Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 3 a Parma (+2 rispetto a ieri); 1 a Reggio Emilia (+1); 1 a Modena (+1); 9 a Bologna (-1); 2 a Imola (invariato); 4 a Ferrara (+1); 4 a Ravenna (-2); 1 a Forlì (+1); 1 a Rimini (-1).

    Nessun ricovero a Piacenza (come ieri) e Cesena (-1).

    Contagi

    L’età media dei nuovi positivi di oggi è di 46,4 anni.

    La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 480 nuovi casi (su un totale dall’inizio dell’epidemia di 311.413), seguita da Modena (298 su 233.338), Reggio Emilia (233 su 169.637) e Ravenna (212 su 138.865); poi Ferrara (161 su 104.223), Parma (152 su 126.554) e Rimini (117 su 139.651); quindi Piacenza (90 su 78.094), Cesena (88 su 82.488) e Forlì (86 su 69.152); infine il Circondario imolese, con 77 nuovi casi di positività su un totale da inizio pandemia di 46.461.

    I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 17.092 (+301). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 16.415 (+320), il 96% del totale dei casi attivi.

    Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

    Guariti e deceduti

    Le persone complessivamente guarite sono 1.683 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 1.465.782.

    Purtroppo, si registrano 10 decessi:

    • 1 in provincia di Parma (una donna di 93 anni)
    • 2 in provincia di Reggio Emilia (una donna di 79 anni e uomo di 99 anni)
    • 1 in provincia di Modena (un uomo di 79 anni)
    • 4 in provincia di Bologna (tre donne: una di 75 anni e una di 89 anni, il cui decesso è stato registrato dall’ Ausl di Ferrara, una di 97 anni, e un uomo di 80 anni)
    • 2 in provincia di Ferrara (una donna di 92 anni e un uomo di 95).

    Non si registrano decessi nelle province di Piacenza, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini e nel Circondario imolese

    In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 17.002.

  • Uccisa suora italiana ad Haiti

    Uccisa suora italiana ad Haiti

    (ANSA) - ROMA, 26 GIU - Luisa Dell'Orto, suora lecchese di 65 anni, è stata uccisa ad Haiti, probabilmente a scopo di rapina, nella capitale Port au Prince dove operava. Suor Luisa era nell'isola da 20 anni. Ne dà notizia l'arcidiocesi di Milano.Secondo quanto...

    Pugilato: Signani perde il titolo europeo dei Medi, ma farà ricorso

    Pugilato: Signani perde il titolo europeo dei Medi, ma farà ricorso

    E' finita male, almeno per ora, l'avventura in Francia, sul ring del 'Centre Omnisport' di Massy, del campione europeo dei pesi medi Matteo Signani. Il 43enne 'Giaguaro' romagnolo, che nella vita oltre a praticare la boxe fa la guardia costiera, ha perso contro lo...