Rimini. Picchiarono agenti: ora rischiano pure la calunnia

Rischiano grosso i due riminesi di 35 e 32 anni che sabato scorso hanno aggredito e ferito tre agenti della polizia Locale durante un controllo. Non hanno negato l’atteggiamento intimidatorio e aggressivo tenuto, ma lo hanno giustificato con un eccesso di irruenza dei vigili che, a loro dire, li avrebbero urtati con l’auto di servizio.Dichiarazioni che rischiano di costare loro una ulteriore denuncia per calunnia. Il pm Davide Ercolani, infatti, ha annotato quanto dichiarato dagli arrestati e trasmesso gli atti al suo ufficio.