RIMINI. Proroga esecuzione sfratti, ieri approvato l’emendamento Info alle Acli di Rimini

Mag 6, 2021

  • Condividi l'articolo

     

    (Rimini, 6 maggio 2021) – In arrivo con il decreto Sostegni una ulteriore proroga dell'esecuzione
    degli sfratti, bloccati ad oggi sino al 30 giugno 2021. A riportarlo sono le Acli della provincia di
    Rimini, che gestiscono con il proprio CAF Acli centinaia di contratti di locazione sul territorio. In
    particolare l'emendamento approvato ieri prevede il via libera per gli sfratti già dichiarati esecutivi
    pre-pandemia, ovvero convalidati dal Giudice prima del 28/02/2020, per i quali il blocco resta solo
    fino al 30 giugno. Per quelli successivi a tale data vi sarà una doppia proroga: provvedimenti di
    rilascio adottati dal 28 febbraio al 30 settembre 2020, ove il blocco si avrà fino al 30 settembre
    2021 e i provvedimenti di rilascio adottati dal 1° ottobre 2020 al 30 giugno 2021, il cui blocco si
    avrà fino al 31 dicembre 2021.
    A beneficio dei locatori di immobili abitativi è prevista l’esenzione fiscale per i canoni non percepiti
    anche per i contratti stipulati prima del 2020 (sino ad oggi solo per quelli successivi al
    01/01/2020), purché la mancata percezione sia comprovata dall’intimazione di sfratto per
    morosità o dall’ingiunzione di pagamento, disponendo che i canoni di locazione non percepiti “non
    concorrono a formare il reddito”.
    "Alla luce delle misure adottate dal Governo, scongiurata una esecuzione di massa degli sfratti,
    risulta comunque necessario un maggior incentivo economico da parte della pubblica
    amministrazione, che non può fare ricadere solo sui piccoli proprietari gli effetti della pandemia
    che ha messo in ginocchio intere famiglie”, afferma l’avvocato Emanuele Magnani, vice presidente
    Acli di Rimini.

    Per maggiori informazioni contattare le Acli allo 0541 784193.

  • RIMINI. Anpi: la piazza e la statua di Giulio Cesare

    RIMINI. Anpi: la piazza e la statua di Giulio Cesare

      Da qualche giorno è tornato a gran voce nel dibattito pubblico cittadino la questione della collocazione della statua di Giulio Cesare in piazza Tre martiri, dove oggi è presente una copia. Periodicamente questo dibattito si riaccende e oggi siamo in un momento...