Rimini. Proseguono in Emilia Romagna le vaccinazioni anticovid

Proseguono in Emilia Romagna le vaccinazioni anticovid. A fare il punto sullo stato delle cose a grandi linee è stato l’assessore regionale Raffaele Donini. “Stiamo ultimando  la prima parte del primo target, cioè le vaccinazioni a operatori sanitari, degenti Cra e domani inizieremo a vaccinare gli ultra 80enni in assistenza domiciliare. Poi immagino che, in ragione al numero di vaccini che arriveranno, seguiremo quella che è l’indicazione del piano nazionale e passeremo alle categorie più vulnerabili, poi anche alla popolazione ultra 70enne e poi ultra 60enne“.

 “Fra qualche giorno – ha spiegato – presenteremo ufficialmente la nostra programmazione per l’attuazione piano vaccinale, che, ricordo, è un piano nazionale. Non esistono i piani regionali, nel senso che le regioni non sono autonomamente nelle condizioni di potere decidere i target della popolazione da vaccinare“.
Intanto da Ausl Romagna è stato delineato il piano logistico per procedere alla vaccinazione della popolazione over 80 in Provincia. E’ bene premettere che in Provincia di Rimini sono 23.588 i residenti ultraottantenni (in Romagna sono 92.529). In ciascun distretto sanitario sono state scelte una sede Hub e varie succursali da queste dipendenti deinite “Spoke”.
A Rimini, nei dettagli e come riporta il Corriere Romagna ci saranno due Hub e cinque Spoke. Il distretto di Rimini avrà come Spoke Santarcangelo, Bellaria e Novafeltria (che coprirà l’Alta Valmarecchia), quello di Riccione, Cattolica e Morciano (che coprirà la Valconca).