Rimini. Pugni in pancia alla compagna incinta e minacce col coltello: arrestato riminese

Ago 28, 2022

Condividi l'articolo

30enne, riminese è finito in carcere perché accusato di maltrattamenti in famiglia. “Se scopro che il figlio non è mio, vi ammazzo tutti e due”: questa una delle frasi sconcertanti contestate. Diversi gli episodi di cui dovrà rispondere. L’ultimo lo scorso 13 gennaio: urlava “ti faccio abortire”, l’aveva costretta a sedersi tra il water e la lavatrice. Afferrati i capelli aveva iniziato a prenderla a calci ed a sbatterle la testa contro il muro per poi minacciare la vittima con un grosso coltello. Tra le prove contro il 30enne anche un video registrato dalla vittima con minacce di morte da fare accapponare la pelle.