Rimini. Rapina il fratello minore: pretende scuse dall’aggressore ma viene querelato

Aveva rapinato il fratello 15enne: picchiato e derubato del portafogli. Il giovane marocchino, autore del gesto, deve ancora essere processato per la rapina al quindicenne. Chi invece sta già affrontando la giustizia è il fratello maggiore della vittima. Secondo l’accusa, a distanza di mesi dal quell’episodio, aveva incontrato per caso il presunto autore e gliene aveva dette quattro, arrabbiato per il fatto che lui se ne andasse in giro come niente fosse mentre suo fratello, traumatizzato dall’aggressione, non usciva quasi più di casa dalla paura. A distanza di tempo da quell’incontro il 24enne si è visto recapitare a casa un decreto penale di condanna al quale tuttavia ha scelto di opporsi e di affrontare il processo con rito abbreviato davanti al giudice. Insomma era stato querelato dal presunto aggressore del fratello minore. Oltre al danno, la beffa.