Rimini. Ravaglioli (Lega) vaccinato a Mosca con lo Sputnik: qui il covid non esiste più

Alessandro Ravaglioli oggi in forza alla Lega, ingegnere riminese, sposato con una donna russa, frequenta assiduamente Mosca anche per lavoro e ieri si è vaccinato con lo Sputnik. Fra tre settimane dovrà sottopormi alla seconda dose: al momento zero effetti collaterali, nemmeno un po’ di dolore. Ma la cosa più interessante è il quadro che il politico dà della capitale sovietica: qui – racconta – il Covid non esiste più. Hanno riaperto tutto, dal primo febbraio persino le discoteche. Stadi, musei, cinema e teatri possono lavorare al 50% della capienza. Non c’è obbligo di mascherina, la gente è persino tornata a stringersi la mano e ad abbracciarsi.

Ecco il link al video, più eloquente di tante parole