Rimini. Riminese accoltellata: sulle tracce dell’assassino

Una ragazza di 29 anni, originaria di Rimini ma residente da qualche tempo in Salento, in Puglia, con il fidanzato, è stata uccisa, accoltellata alla gola. Si chiamava Sonia Di Maggio.

È successo, intorno alle 20 di oggi, lunedì 1 febbraio, a Minervino, in provincia di Lecce, in località Specchia Gallone, in via Pascoli, vicino alla Chiesa di San Biagio.

La ragazza al momento del delitto si trovava per strada con il fidanzato. I carabinieri sono sulle tracce di un uomo, originario della provincia di Napoli, che probabilmente – stando a quanto si è appreso – aveva avuto fino a qualche mese fa una relazione con la vittima, accoltellata più volte alla gola dopo essere stata aggredita alle spalle.

Inutili, purtroppo, i soccorsi. Sonia Di Maggio è deceduta al suo arrivo in ospedale a causa delle ferite troppo gravi riportate. Sul posto, oltre al personale del 118, gli agenti del commissariato di Otranto (Lecce).

Si è appreso che la donna avrebbe cercato di proteggere il suo nuovo fidanzato dall’ex compagno. È stata la madre del nuovo fidanzato a raccontare questo particolare alla stampa.