Rimini. Rinascimento-Sgarbi di Rimini sulla leadership nel centrodestra

Apr 21, 2021

  • Condividi l'articolo

    A Rimini come nelle altre città dove si voterà alle amministrative, Fratelli d’Italia cerca i motivi per imporre un proprio candidato, va da se che qualsiasi nome proposto dagli alleati che sia civico o politico incontrerà il veto del partito della Meloni. Capisco le esigenze dei partiti presenti in parlamento che sui risultati delle amministrative si giocano la leadership del centrodestra alle politiche del prossimo anno, ma noi non ci faremo coinvolgere in questo duello nazionale, non devono prevalere gli interessi dei partiti in una elezione cittadina. I nomi dei politici che sono stati proposti difficilmente incontreranno il consenso di quel popolo moderato che fa la differenza per battere la sinistra. Non basta un partito in crescita a livello nazionale per ribaltare l’amministrazione di Rimini. A conferma di questa tesi basta guardare nei comuni limitrofi di Riccione e Coriano dove la sinistra è stata sconfitta proprio con la candidatura di un civico, anzi civica, sostenuta dai partiti tradizionali.

    Cosimo Iaia

    Coordinatore regionale