Rimini. Sbaglia orario dell’assunzione, albergatore finisce a processo per falso e truffa aggravata: salvato dall’orologio

Accusato di falso e truffa aggravata all’Inail è stato assolto. Lui è un albergatore che aveva preso un operaio per potare una siepe nel cortile dell’hotel. L’uomo tuttavia cadde battendo la faccia finendo in ospedale. Nella denuncia all’Inail l’albergatore dichiarò un orario diverso da quello della chiamata al pronto soccorso e tali incongruenze sono valse al trentottenne la denuncia per i gravi reati. Dopo ben 5 anni è emersa la sua estreneità ai fatti. Come? E’ stato dimostrato come l’orologio a muro della reception fosse indietro di un’ora: da lì la dicrepanza degli orari.