Rimini. Scomparsa di Piero Bevitori, il ricordo del sindaco Andrea Gnassi

In settimana ci ha lasciato Piero Bevitori, un altro pilastro di quella Rimini che si è fatta conoscere nel mondo per la sua capacità di offrire sogni, leggerezza e di fare impresa.

Insieme a Guerrino Galli, Bevitori è stato il ‘patron’ dell’Altro Mondo Studios, uno dei locali che ha fatto la storia della nostra Riviera fino a diventare un punto di riferimento internazionale per chi ama la musica. Una persona per bene e innamorata del suo lavoro, che con sacrifici e abnegazione ha rivoluzionato il mondo della notte e dell’intrattenimento e che nei tanti anni di attività ha portato a Rimini alcuni dei più grandi protagonisti della scena musicale. Risultati che si ottengono solo quando si è mossi dall’amore, dalla passione e dalla forza di volontà, dal coraggio di guardare avanti e scommettere nel futuro anche quando si presentano difficoltà che appaiono insormontabili. Quello che tante generazioni di europei e italiani sanno di Rimini, lo devono anche a persone come Piero. Può sembrare persino scomodo e spigoloso dirlo, ma i tempi duri come questi, insegnamenti e forza ci vengono dalla nostra storia millenaria e anche da quella degli ultimi decenni. Mi unisco al dolore dei famigliari e delle persone che lo hanno amato. A Enrico Galli e ai ragazzi dell’Altro mondo e dell’impresa dell’entertainment, fieri e tenaci testimoni di una storia che non si arrende, un abbraccio di coraggio e forza.