• Rimini. Servizi per l’infanzia: al via il nuovo portale delle rette scolastiche

    Condividi l'articolo

    Ottimizzazione nelle tempistiche e nelle procedure di assegnazione dei posti grazie al sistema integrato di iscrizione fra scuole d’infanzia statali, comunali e private.

    Un sistema a governo comunale che permette di unificare in un unico sistema informatico le domande per i servizi educativi dell’infanzia sul territorio riminese, che mette insieme le disponibilità dei servizi statali,comunali e privati.

    Come funziona:

    Quello riminese per l’infanzia è un servizio di offerta che, da circa un decennio, è caratterizzato da un sistema integrato di iscrizione fra scuole d’Infanzia statali, comunali e private. Il sistema funziona grazie ad una piattaforma informatica condivisa da tutte le scuole del territorio riminese  sulla quale convergono le iscrizioni. Il Comune governa così il sistema, facendo in modo che le famiglie che hanno presentato più domande ad un certo punto (fra aprile e maggio) optino per una scelta univoca, liberando così gli altri posti. Con questa soluzione l’efficienza distributive sei posti è massima e si riducono le tempistiche di scorrimento delle liste d’attesa.

    Il nuovo portale delle rette e del diritto allo studio

    L’amministrazione comunale ha inoltre investito per facilitare e snellire anche le relazioni con le famiglie per quanto riguarda il pagamento delle rette e l’utilizzo delle facilitazioni del diritto allo studio, grazie all’integrazione con la rete PagoPa e l’accesso tramite la rete spid di identità elettronica. Il nuovo portale prevede anche modalità di comunicazione veloce in favore dell’utenza  (SMS ,mailing).

    Il nuovo portale – https://portaleservizieducativi.comune.rimini.it/ng-garsiawe/portal/

    –  offre in definitiva un servizio più semplice da usare, fruibile in maniera decisamente migliore

    anche da Tablet e smartphone e più performante rispetto al precedente.

    “Migliorare l’offerta educativa per le famiglie riminesi – spiega Chiara Bellini, vicesindaca con delega alle politiche educative del Comune di Rimini – significa anche mettere in rete sistemi di iscrizione e gestione dei servizi più veloci ed efficienti. L’investimento di questa amministrazione nell’innovazione informatica ha permesso lo smaltimento progressivo delle liste di attesa, l’ottimizzazione nell’assegnazione dei posti e la velocizzazione delle tempistiche. Dopo l’ormai consolidata collaborazione sulle iscrizioni tra scuole  per l’infanzia statali, comunali e convenzionate, il nuovo portale del diritto allo studio e delle rette prosegue questo cammino. Un sistema integrato a forte guida comunale, che ci permetterà di implementare ulteriormente l’offerta di servizi per l’infanzia diffusi e di qualità”.

    Lascia un commento