Rimini si prepara per l’estate, le novità sulla spiaggia

Mag 26, 2021

  • Condividi l'articolo

     

    L’ordinanza balneare entra in vigore dal 29 maggio e i 230 stabilimenti balneari di Rimini sono pronti ad accogliere i visitatori con sempre più spazi e servizi innovativi per vivere la spiaggia in piena sicurezza e al massimo delle sue potenzialità.

    Ecco alcune novità sulla spiaggia.

    I nuovi stabilimenti ispirati al Parco del Mare
    Una spiaggia da vivere tra tradizione e innovazione, dove predominano materiali ecologici e spazi verdi nel rispetto dell’ambiente e della natura: gli stabilimenti balneari propongono un nuovo concetto di sostenibilità e benessere in riva al mare.

    Tra i nuovi stabilimenti balneari che hanno portato avanti questa trasformazione radicale nel pieno rispetto dell’ambiente, dagli inizi di giugno ci sarà anche il bagno 76 Kamoke: verde, sostenibilità e servizi sono gli elementi distintivi del progetto che si rivolge tanto alle famiglie quanto a chi sceglie la spiaggia per praticare sport e attività fisica. Attenzione a servizi e benessere che si traduce prima di tutto in una complessiva rinaturalizzazione dello stabilimento, con aree verdi all’ingresso dello stabilimento e aree per il gioco. La zona dei servizi include la zona wellness, con palestra e area benessere, e i servizi di spogliatoio per i campi da campi beach volley. Un altro stabilimento balneare a Torre Pedrera che si presenta con una veste completamente rinnovata è il bagno 62 Giorgio. Anche questo progetto prevede la completa ricostruzione, con i vecchi manufatti in cemento sostituiti da materiali sostenibili e con un’attenzione al verde. Le nuove strutture destinate ad accogliere la direzione di spiaggia, le cabine e i servizi, saranno dotate di pergole in legno e rivestite di verde rampicante, utile anche a mitigare il calore all’interno degli ambienti, mentre sulle coperture saranno collocati tutti gli impianti (fotovoltaico, pannelli solari, wi-fi, illuminazione notturna). Sarà creata un’area ludica per bambini, con giochi a basso impatto e, nell’area di spiaggia più a monte, saranno posizionate particolari strutture di ombreggio, cioè ‘suite’ realizzate in legno chiaro e con una copertura in telo permeabile.

    Primo esempio di bagno rinnovato, ecologico ed innovativo nella zona di Rimini sud, è stato invece il Bagno Belvedere di Marina Centro (28A). Anch’esso ispirato al nuovo waterfront, con strutture in legno di larice e materiali di bioedilizia, si presenta, a monte dello stabilimento, come un giardino di oltre 500 mq con un’area benessere, arricchita da una piccola spa e da vasche idromassaggio. Da questa estate il bagno organizza il delivery sotto l’ombrellone in collaborazione con il Bistrot del mare. Sempre a sud, dagli stabilimenti dei bagnini Guglielmo e Mario è nato nel 2020 lo Stabilimento Balneare ‘Le Fontane – Family beach‘ (bagni 146 – 146° e 147), dedicato principalmente alle famiglie con bambini con ampi spazi, zone verdi, un’area giochi attrezzata per i più piccoli e un’area relax con gazebi, piscine idromassaggio e giochi d’acqua. Spostandoci a Torre Pedrera troviamo il ‘BélaBurdéla‘ (che significa ‘bella ragazza’ nel dialetto romagnolo), nella zona 70-71, seguito dall’adiacente Bagno Rinato (zona 68 – 69) che offre varie tipologie di servizi, in particolare quelli dedicati agli sport, in una cornice architettonica che rompe gli schemi tradizionali. Tra i primi a sposare la filosofia del Parco del mare ci sono anche i bagni 3 e 4 di Rivabella che insieme hanno dato vita a un nuovo grande stabilimento balneare dal nome, anche questo tutto romagnolo, aMARacmand (mi raccomando): ampi spazi completamente accessibili e fruibili da grandi e piccoli, sportivi e non e anche dagli amici a quattro zampe.
    Anche i bagni 44 e 45 nord, tra i progetti pilota del Parco del Mare, hanno rinnovato le proprie strutture abbandonando il cemento e puntando sull’ariosità dei nuovi spazi dedicati al relax, ai bimbi, all’attività sportiva e al wellness, coinvolgendo sia lo stabilimento balneare vero e proprio che il ristorante annesso.
    Ristrutturazione con strutture ecosostenibili anche per il Bagno 43 di Viserbella con nuovi arredi, l’area giardino, il beach bar & Restaurant e perfino un mini ’Museo della marineria’, con antiche attrezzature marinare.

    Il nuovo modo di vivere la spiaggia: servizi, relax e sicurezza
    La spiaggia di Rimini, grazie alla sua vastità, assicura ampi “open space” con un distanziamento tra ombrelloni che garantisce ai propri ospiti spazi che pochi altri in Italia possono offrire e che vanno oltre i limiti minimi previsti dall’ordinanza regionale. Il Comune, infatti, per la stagione estiva 2021 fissa a 18 metri quadrati il limite minimo di ombreggio nella zona nord, mentre per la zona di Rimini sud la superficie minima sarà di 15 metri quadrati. Per il tratto tra gli stabilimenti 99 e 130, la superficie di ombreggio è fissata a 12 metri quadrati. Una spiaggia ancora più accogliente da vivere da mattina a sera, uno spazio sicuro dove passare il tempo, che mette al centro il benessere e la tutela di chi la frequenta. Tra le misure già messe in campo nella passata stagione balneare saranno riproposte anche il prolungamento dell’orario degli stabilimenti balneari, che nel periodo dal 29 maggio al 12 settembre, dovranno garantire l’utilizzo dei servizi almeno fino alle 22 e il delivery, cioè la possibilità per i pubblici esercizi, ristoranti, laboratori artigianali di consegnare cibo su ordinazione direttamente in spiaggia.

    Lungo i 16 chilometri di spiaggia, per migliorare e garantire spazi e servizi, gli stabilimenti continuano nell’opera di accorpamento (esempio ne sono i bagni ‘Spiaggia Marina Centro’, “Libra” o “Le Spiagge”), creando strutture più ampie ed offrendo servizi sempre più ricercati. Dalle spa in riva al mare con piscine idromassaggio, alle aree relax fra corsi di yoga e pilates, palestre fitness e campi da gioco, gli stabilimenti, da nord a sud, accrescono il livello dell’offerta, prestando sempre maggiore attenzione allo sport, al wellness, alla sostenibilità, alla sicurezza e all’innovazione digitale.

    Grazie proprio ai canali digitali e al servizio wifi messo a disposizione dagli stabilimenti balneari la spiaggia diviene un luogo interattivo, connesso, sempre disponibile e a portata di click con il quale conoscere e prenotare servizi e persino i menù da gustare sotto gli ombrelloni. Sul portale del consorzio che riunisce gli operatori della spiaggia di Rimini sud, oppure tramite l’app yourbeach, è possibile, ad esempio, prenotare online il proprio ombrellone presso il bagnino che si preferisce.

    Spiagge sempre più plastic free
    Attenzione all’ambiente: anche quest’anno Rimini si riconferma attenta al tema plastic free anche sulla spiaggia. L’ordinanza balneare infatti prevede il divieto di vendita e distribuzione di bevande in bicchieri e con cannucce di plastica usa e getta. Si potranno utilizzare invece bicchieri di carta e di materiale compostabile monouso o di materiale plastico lavabile in lavastoviglie e riutilizzabile. Nella stessa ottica, il divieto di fumo sulla battigia, già introdotto nel 2019. Un provvedimento studiato per garantire il benessere dei non fumatori e allo stesso tempo ridurre la presenza di mozziconi sulla battigia.

     

    I chiringuiti sulla spiaggia e le novità al tramonto del Boabay
    Assaporare la suggestione del tramonto gustando un drink con i piedi nell’acqua si può fare nei circa trenta chiringuiti, i chioschi mobili in riva al mare presenti ormai lungo tutta la costa. Quest’anno lo stabilimento balneare numero 34 apre l’Atollo, un progetto di Andrea Tani, restaurant manager di Quartopiano Suite Restaurant, che propone un locale con cibi e vini selezionati sulla spiaggia. Il locale sarà aperto sin dal mattino per offrire colazione, servizio bar, aperitivo, e dopo cena, insieme a serate-evento in collaborazione con alcuni chef, attività locali e con professionisti del mondo della ristorazione. Ci sarà inoltre la possibilità di salutare l’alba di con le lezioni Yoga curate da Andrea Farina seguite da una colazione in riva al mare.

    Da metà giugno riapre anche il Boabay, fra i più grandi parchi acquatici galleggianti. Situato davanti agli stabilimenti balneari dal 47 al 62, è composto da decine di gonfiabili modulari costituiti da scivoli, tunnel, rampe inclinate, piattaforme, tappeti elastici, e persino un gigantesco iceberg da “scalare”. Da questa estate il Boabay sarà arricchito da occasioni di convivialità in mezzo al mare a partire dall’ora del tramonto, con dj set fra le onde e, incluso nell’ingresso, aperitivo presso i chiringuito sulla spiaggia (al bagno 47 e al bagno 60).

    Vivere il mare
    Sport e divertimento non solo sulla spiaggia, ma anche in acqua. Basta rivolgersi ad uno dei tanti centri nautici dislocati direttamente sulla spiaggia di Rimini all’altezza dei bagni 146, 118, 93, 78, 69, 62, 32-33, 8 sud e al Lido San Giuliano (zona Darsena). Qui si può scegliere se salire su uno dei gonfiabili trasportati tra le onde, come il Twister, il crazy shark, o il toro extreme (disponibili nei centri nautici di Miramare e Lagomaggio),  affittare un’acquascooter o perfino una bicicletta acquatica (IdroBike sono presenti ad esempio al Bagno 26 di Marina Centro o di fronte al Bagno 106B a Marebello – Coco Beach), fino a volare sul mare con i Flyboard (Bellariva c/o bagno 93 – 94). Sempre presso il centro nautico Bellariva, da quest’anno è possibile prenotare suggestive uscite all’alba con il SUP per gruppi fino a un massimo di 10 persone, mentre pacchetti speciali per uscite in mare in gommone sono disponibili al centro nautico Blue Beach Center (presso bagno 63). Novità dell’estate è il wakeboard, sport da tavola di recente diffusione che nasce dalla fusione tra lo sci nautico e lo snowboard. Trainati sull’acqua per mezzo di una corda si possono eseguire curve, salti e manovre di ogni genere (centro nautico a Rivazzurra e bagno 8 a Marina Centro).
    E’ possibile seguire corsi di acqua gym, vela, wind surf, surf da onda, SUP o noleggiare, oltre agli intramontabili pedalò, gommoni, catamarani, canoe, wind surf, paddle surf singoli e doppi, moto d’acqua, barche a vela, motoscafi. Se sei maggiorenne, puoi noleggiare e guidare una barca o un gommone a motore fino ad una potenza di 40 cavalli, anche senza patente nautica, dopo breve prova guidata.

    Il bagno accessibile
    A Rimini gli stabilimenti dedicano sempre grande attenzione alle persone diversamente abili. Per i non vedenti ed ipovedenti ci sono ad esempio pavimenti tattili o con passerelle trasversali fino agli ombrelloni e mappa in braille dello stabilimento, per conoscere la disposizione dei servizi di spiaggia (c/o Bagno 38 Egisto, primo bagno eco sostenibile e accessibile nella zona nord di Rimini o anche il Bagno 27 di Marina Centro, dove sono disponibili lettini rialzati per facilitare la seduta). In diversi stabilimenti balneari sono disponibili anche carrozzine da spiaggia, sedie apposite per entrare in acqua e muoversi più agilmente sulla sabbia. Grande attenzione è posta anche ai servizi autism friendly. Rimini infatti già da tempo aderisce al progetto Autism Friendly Beach, una rete sociale territoriale con l’intento di offrire alle famiglie di persone con autismo la possibilità di vivere serenamente la propria vacanza al mare.

    Luoghi aperti, ospitali e accoglienti come ad esempio il bagno 27, ben riconoscibile grazie alla sua passerella arcobaleno, lunga 90 metri e interamente dipinta a mano come iniziativa a sostegno dei diritti Lgbt.

     

    In spiaggia con Fido
    Da nord a sud tanti sono ormai gli stabilimenti balneari, sulla spiaggia di Rimini, pronti ad accogliere gli amici a quattro zampe, a partire dal bagno Rimini 81 Dog No Problem, dove non si può entrare se non si ha un cane. Lo stabilimento balneare è interamente dedicato ai migliori amici dell’uomo, non ci sono limiti di razza o di taglia. Si può scegliere tra 93 box con recinti attrezzati (suite) o una cinquantina di ombrelloni ideati appositamente per chi viene in spiaggia col cane. Sono presenti aree per la doccia e due spazi sgambamento per far muovere gli animali (agility dog), uno per i cani di piccola taglia fino ai 12 kg e l’altro per quelli di grossa taglia dai 12 kg in su e poi ancora stuoie speciali, ciotole, lettini per cani e spazi per la toilettatura. Per i clienti sono inoltre previsti corsi con addestratori cinofili, attività di animazione per i cani e i loro padroni e servizi su richiesta come dog sitter, veterinario ecc. Inoltre il Bagno 81 organizza feste di compleanno e…. ‘matrimoni a 4 zampe’ in spiaggia e per il 2021 è previsto anche il servizio catering sotto l’ombrellone per fido e il suo padrone. Non mancherà come sempre il gelato per il cane, fresco con un ottimo valore nutrizionale, a basso tenore di grassi e senza zucchero, e con inulina, che favorisce l’equilibrio della flora presente e stimola le difese immunitarie.
    Per scoprire dove poter andare in spiaggia con fido visita il sito di Riminiturismo alla voce stabilimenti balneari con accesso ai cani.